Paddington

O … Padington! come si pronunciava una volta.

Fa parte del Borough City of Westminster e si estende nella parte più a nord-est di Hyde Park.

E’ una zona signorile, una zona contraddistinta da due netti stili in contrapposizione; una larga fetta del territorio è costruita con interminabili file di antichi palazzi in marmo candido e colonne, per lo più sedi di vecchi Hotel.

Nell’altra parte, invece, è predominante la modernità, pian piano sempre più estrema; a partire dai complessi residenziali di Norfolk Crescent, passando per il premio RIBA 2011 del Westminster College  (Paddington Green), ai complessi residenziali del Paddington Basin in cui si affaccia anche la nuova stazione della Crossrail (o Elizabeth Line)

DSCN5055

Continua a leggere “Paddington”

Il festival delle Marionette a Covent Garden

Punch & Judy May Fayre 

Eventi del club

Questo festival, dedicato all’arte marionettistica, si svolge, ogni anno, nella seconda domenica di Maggio, nei giardini di St Paul Church di Covent Garden, e si fregia di una tradizione centenaria.
Le prime note scritte riguardanti questa festa appaiono, infatti, sul diario di Samuel Pepys
Esattamente il 9 Maggio del 1662 (data stabilita per essere il giorno del compleanno di Punch) raccontava della sua visita a Covent Garden: ”per vedere uno spettacolo di burattini all’Italiana, che è molto carino, il migliore che ho mai visto”
 
Come potete ben immaginare un tale retaggio storico ha creato un seguito di appassionati super esperti per riportare ai giorni nostri quest’arte, poco conosciuta e desueta.
Intenditori maniacali che hanno fondato il club che raccogliere le tradizioni e racconta gli eventi nazionali.

I personaggi, un tempo mossi da fili, oggi si sono trasformati in più pratiche marionette con guanto, uno stile che prese campo nel tardo 18° perchè permetteva di avere teatrino e materiali necessari, più facilmente trasportabili. 

Quelli che si vedono in Covent Carden sono lavorati a mano e arricchiti nei dettagli, delle meravigliose opere d’arte. Arrivano da tutto il paese e ce ne sono a decine esicuramente troverete interessante anche il mercatino composto da bancarelle che espongono e vendono materiali attinenti al mondo dei burattinai.

Le due marionette protagoniste sono Punch e sua moglie Judy, animate da un solo burattinaio chiamato professore, coadiuvato solo dall’imbottigliatore, che è colui che recinge il pubblico davanti al teatrino, fa il giro (con la bottiglia) per raccogliere i compensi e spesso collabora al sonoro della storia rumoreggiando, spesso aiutandosi con una chitarra o altro strumento musicale.

Le particolarità di Punch sono la sua voce acuta, quasi stridula provocata da uno strumento, un fischietto, chiamato swazzel e il suo caratteraccio che lo porta sempre a cercar lite; le sue storie sono piuttosto violente in quanto tende sempre a menar il suo immancabile bastone.
 
La festa di Covent Garden è piacevolmente godibile anche da chi non mastica molto la lingua Inglese. Inizia ufficialmente con un corteo, e tanto di banda, verso le 11. 
Poi ci sarà un rito religioso nella chiesa per le 12 mentre i teatrini racconteranno buffe storie fino alle 17. 
 

 

 

St George’s Day

La festa patronale di Londra

 

San Giorgio è il patrono del’Inghilterra. Ma anche del Portogallo e della Germania, e di molte altre città del mondo. Nonché, essendolo stato lui stesso, è il Santo protettore di tutti i soldati.
In Inghilterra si festeggia il 23 Aprile che è il giorno della sua morte avvenuta nel lontanissimo 315
La sua figura è leggendaria grazie al drago che spessissimo viene raffigurato accanto alla sua immagine.
Una leggenda molto romantica narra infatti la lotta di questo soldato cristiano contro un terribile drago che minacciava una città Libanese, si crede l’odierna Beirut di cui è il patrono, e la sua principessa che era stata condannata a vittima sacrificale.
San Giorgio arrivò e impavido sconfisse il drago e convertì tutta la città al cristianesimo.

Il St George’s day non è una festività molto sentita; pur essendo il santo patrono il giorno che lo commemora non è considerata festa.
Da parecchi anni esiste un comitato apposito che si batte per far diventare il 23 Aprile festa nazionale o Bank Holiday.
D’altronde la sua bandiera, bianca con la croce rossa, si vede sventolare spessissimo, sopratutto nei campi di calcio è molto famigliare ai tifosi
http://www.stgeorgesholiday.com/
Però è anche vero che esiste un’associazione il cui scopo è cambiare il patrono scegliendone uno più … Britannico. Due correnti di pensiero.

Grazie alle insistenze del sindaco della città, che voleva fortemente riprendere questa tradizione, Londra lo ricorda il Sabato di Aprile più prossimo alla data.

Nel cuore della città, in Trafalgar Square, vengono allestiti stand gastronomici che ripropongono cibo British nuovo e tradizionale come il maialino arrosto: Hog roast. 
Ci sono i Morris Dancer con le loro coreografie caratteristiche e gli spettacoli per bambini, ma che piacciono a tutti, come le marionette di Punch e Judy.
Insomma un grande parco giochi disponibile a tutti mirato a far conoscere le più antiche tradizioni di questa nazione.

Da poco Londra vanta anche una sua statua, posizionata in Hyde Park Corner, proprio accanto all’Arco di Wellington.
Un San Giorgio in armatura che cavalca il suo destriero alti 4,5mt.

Indossate una rosa rossa quel giorno se siete a Londra, vi farà sentire partecipi e coinvolti nei festeggiamenti.

DSC04736.jpg

Inoltre ogni anno la Royal Society of St George organizza, nella mattinata, una piccola cerimonia con i Cadetti dell’Esercito Britannico che depongono una corona presso il Cenotaph di Whitehall

Ci prendiamo un caffè …..

 

THE REGENCY CAFE

A due passi dalle Parliament Houses e dalla Tate Britain …..

 

Un po di tempo fa stavo leggendo con frivolezza un articolo del Telegraph su quelli che sono considerati i migliori ristoranti di Londra, quando l’occhio mi cadde sulla foto della 5° posizione.
Tendine a quadretti rossi e/o verdi non sono davvero appropriate per quelli che si immaginano essere locali eleganti e un poco, quando non troppo, expensive per i comuni mortali.
Questi sono due dei vari stereotipi che solitamente ci condizionano quando leggiamo queste classifiche. Figuriamoci poi leggere che il Regency detiene un doppio, mirabolante 5° posto. Infatti lo trovo così piazzato anche nella classifica dei ristoranti più a buon mercato della città; e di quest’ultimo ne parla, scusate se è poco, il Wall Street Journal!….

Continua a leggere “Ci prendiamo un caffè …..”

Londra e i concerti sotto le stelle

Trafalgar Square all’Opera!

 
 
Il mio primo concerto di musica classica è stato a Londra e me lo sono goduto completamente gratis. Nientepocodimeno che la LSO ovvero The London Simphony Orchestra!
Da un certo numero di anni è consuetudine che l’Orchestra, simbolo musicale della città, si proponga al pubblico con concerti all’aria aperta. Li chiamano  Open Air Concerts e si svolgono nella grande ed accogliente Trafalgar Square.
 
Questi concerti sono un’opportunità per tutti, creata appositamente, per far si che chiunque possa avvicinarsi a questo mondo un pò ”di Elite” quale è quello della musica classica e dell’opera lirica.DSCN4750
Ed ecco che così si ci ritrova tutti in piazza, con coperte e cuscini, in scarpe da ginnastica e t-shirt e, magari, anche con un cesto da picnic.
 
E io, credendo ci fosse una moderata partecipazione, sono arrivata solo una mezzora prima….
Sbagliatissimo! 
Vuoi che puoi decidere il giorno stesso se partecipare. Non c’è prenotazione, ne bisogna comprare il biglietto, l’unica inconveniente può essere solo il meteo.
Vuoi che il fitto passaggio intorno alla piazza raccoglie gente anche dell’ultimo minuto. Fatto è che la piazza era ghermita e la gente si era già sistemata sul pavimento da tempo. 
 
DSCN4760 (2)
 
L’aver visto di persona certe dinamiche mi permette ora di darvi un consiglio: se volete stare più comodi e godervi lo spettacolo da seduti, in qualche maniera, è meglio arrivare almeno un’ora e mezza, due ore prima.
A mio parere sono meglio i gradini, piuttosto che il pavimento della piazza, mi dà l’idea di poter stare più comodi. Il top sarebbe secondo me trovare posto, si in piazza, ma a ridosso delle fontane perchè permettono l’appoggio della schiena. Nessuno vieta una cena al sacco.
Queste belle serate sono organizzate ogni anno. Il loro successo di pubblico si consolida sempre di più, ed è per questo che due delle principali compagnie di Londra offrono il loro talento a tutti.
Parliamo dell’orchestra sinfonica di Londra, la LSOche suona dal vivo su un palco con l’ausilio di mega-schermi e che preferisce le tiepide sere di Maggio 
 
E parliamo della celeberrima Royal Opera House che, tramite mega schermo, si presenta in piazza, ogni anno, con ben tre performance distribuite tra Maggio e Settembre. Questa ultima compagnia, che è una delle più quotate al mondo, regala a Londra le sue migliori opere liriche, produzioni celebri quali: la Bohème, il Rigoletto, il Don Giovanni e via di questo calibro; inoltre, molto spesso inserisce anche un balletto classico, che può essere Romeo e Giulietta, lo Schiaccianoci, Il Lago dei cigni ect,
Qualunque sia la vostra scelta lo spettacolo è sempre assicurato!
 
DSCN4771
Sappiate che in piazza vengono distribuiti dei cuscini, bicchieri di plastica e acqua, ma c’è anche un bar con qualcosa di caldo, degli snack e ci sono le Toilette a portata di mano. 
Solitamente le performance iniziano per le 19,30 ma controllate sempre il sito ufficiale, caso mai ci fossero news più recenti