Ci prendiamo un caffè ……

THE LISBOA PATISSERIE


La pasticceria in questione mi è stata decantata come un paradiso per i golosi in generale e, sopratutto, per gli amanti dei prodotti culinari Portoghesi
La Lisboa Patisserie non è solo pasticceria artigianale tipica, ma vanta anche uno spaccio gastronomico di fronte dove si vendono
prodotti portoghesi DOC.

P.S.
Per chiunque abbia visto ‘Love Actually’: quella accanto allo spaccio è la porta dell’appartamento di Tony alla quale Colin Frissel bussa per chiedere ospitalità nell’ultima sua notte Londinese, prima di recarsi in America.

E’ decisamente l’angolo nascosto di uno dei quartieri più famosi di Londra: Notting Hill.

Sapete quella cosa … Quel detto, quello che dice di come le cose belle la vita rende difficili da raggiungere…
E’ un po troppo poetico, lo ammetto, ma in questo frangente ci può stare.
Perché?
Perché nonostante sia adiacente alla strada più famosa di Londra: Portobello Road, bisogna camminare un po, fino a raggiungere la sua parte più a nord. Bisogna andare oltre il cavalcavia, e lì è dove difficilmente il turista arriva …

Non c’è da stupirsi che siano ancora poche le persone a superare il cavalcavia della Westway; in pratica nessuna guida segnala alcunché di interessante, inoltre io per prima avevo delle remore, dei pregiudizi.
Manco da diversi anni di andarci e sapevo che non vi tirava un’aria molto salubre fino a pochi decenni fa, senza contare che l’unica esperienza negativa che Londra mi ha dato in tanti anni, me la fece vivere proprio in questo distretto.
Ricordo che, negli anni 80, persino Portobello Rd suggerivano di visitarla solo il giorno di mercato e la zona a nord della Westbourne Grove era un postaccio pericoloso, plumbeo. Un agglomerato di case scrostate e maltenute, appollaiato intorno al canale, all’ombra di uno degli esempi di Brutalismo popolare, forse il più ”in-famoso” di Londra.

Ma la terribile Trellick Tower, emblema di rivolte sociali e anche solo di mal costume, oggi non fa più paura, anzi, stagliata nel panorama in fondo alla via è anche ‘bella’ a vedersi, trasformata in alloggi quasi tutti privati.

Non molto tempo fa trovai un articolo che parlava di uno di questi appartamenti all’ultimo piano, da dove si vede sia sorgere che tramontare il sole per capirci, in vendita per quasi 400.000 sterline …

Una delle cose che mi piacerebbe fare è proprio quella di prendere l’ascensore e salire fino in cima, per godermi il panorama, ma ci sono dei portieri che non lasciano passare neppure una mosca ^_^

Anche il mercato, una volta superato il cavalcavia, perdeva di attrattiva; si riduceva a banchi di frutta e verdura, qualche cianfrusaglia per la casa e articoli di seconda se non di 4° mano.
Oggi invece è più organizzato, predilige sempre gli articoli alimentari ma biologici e di qualità, senza contare che ci si può trovare peculiarità anche artistiche, in mostra temporanea.

 

Ma tutto il quartiere è bellissimo!
Quello che oggi puoi vedere, passeggiando tra le sue vie, è un percorso contornato da belle abitazioni ordinate.
Le classiche case a schiera, quelle che fanno tanto ‘village’ …

Ce ne sono di colorate e alcune sono palesemente lussuose.


 

Comunque, tornando a parlare del fattore distanza, la realtà non è poi così terribile; si potrebbe più giustamente definire ”leggermente fuori mano”.
Pensare a metterla in lista per una visita, nelle cose da fare, può essere una scusa validissima proprio per scoprire una zona davvero poco turistica, ma non per questo meno interessante.

La mia personale marcia verso il’ paradiso dei golosi’ di Notting Hill incomincia davanti alla stazione di Paddington con l’autobus n.23
Lo stesso che, volendo, parte dalla stazione di Liverpool Street.
La fermata dove scendere è a 3 stop dal capolinea e a pochi passi dalla stessa pasticceria.

E’ stato divertente zigzagare tra le stradine di Notting Hill guardando fuori dal finestrino rigato di pioggia.

Prendere il bus e fare un’escursione a tema (gastronomico, culturale, etc..) nei giorni di pioggia è un modo gradevolissimo per andare alla scoperta della Città

Ho scelto la fermata in Ladbroke Grove per poter camminare un pò nel quartiere, ma la fermata è proprio di fronte alla Golborne Rd e arrivare alla pasticceria è roba di poche centinaia di piacevolissimi metri … in più la pioggia aveva smesso di cadere ^_^

In quella mattina di un mercoledì qualunque, la zona era molto tranquilla, nel pezzo di Portobello Road che ho attraversato non ho visto traccia di nessun banco.
Il tendone rosso della pasticceria si vede subito e di fronte c’è il negozio alimentare, con gli stessi colori.

Il locale è piccolo ma anche in un giorno di Maggio uggioso come questo, si poteva usufruire dello spazio fuori. Erano disponibili tavoli e sedie sotto la tenda, e si potevano usare quelli abbarbicati alla vetrina, riparati dalla pioggia e anche un poco dal vento.

Già sedute ci sono delle persone che chiacchierano tra loro, interrompendosi spesso per salutare i passanti, si capisce subito che sono del luogo.
Sono stati gentilissimi ad alzarsi per permettermi di raggiungere un angolino riparato; così mi ascolto le ultime su Jason, che ha comprato la moto nuova, mentre mi riempio la bocca con la mia pasta alla crema.

Dentro è arredato solo con 4, forse 5, tavoli di cui non ho un gran ricordo perché erano gremiti di persone intente a sbafarsi brioche e caffè, conversando tra loro. Sembravano abituate a dividersi qualche centimetro quadrato del tavolino e anche della sedia.

Meno male  che era una zona tranquilla? Possibile che le persone fossero tutte qui!
In quella mezz’oretta in cui sono stata seduta fuori c’è stato un viavai degno della più caotica delle High Street. Può darsi che sia più facile trovare un po di calma nelle ore pomeridiane!
For Square

Il bancone è invece molto grande, un prolungamento dell’ampia vetrina che mostra moltissimi vassoi traboccanti di dolci, molti dei quali tipici di un Portogallo che qui sembra non molto lontano, tutto rigorosamente artigianale e prodotto nel laboratorio adiacente.
Nella parte superiore ci sono i prodotti salati, come i cornetti farciti di prosciutto e formaggio. Sotto un vero trionfo di brioches, paste secche o di pan di spagna, sfogliatelle, tortine, decisamente la crema all’uovo la fa da padrone.

C’era molta gente che faceva colazione anche al banco, le commesse parlavano con confidenza ai clienti, un’ennesima conferma che questo è un posto frequentato da gente che qui abita o ci lavora….. per un momento mi ha piacevolmente ricordato il bar sotto casa.


4Square

 

Potevo lanciarmi ad assaggiare qualche dolcezza a me sconosciuta, come la famosa Pastel de Nata. 
A detta del web qui si trova la riproduzione più autentica di quella che si mangia in Portogallo, se non più buona.
Ne parla anche la popolare rivista Time Out, raccontando che la produzione giornaliera di queste delizie sparisce quasi sempre entro le 2 del pomeriggio …. tenetene conto!

Io sono stata davvero contenta di aver rinunciato a fare colazione per aspettare di arrivare fino a qui.
Un posto ‘alla buona’, semplice, con prodotti che prediligono la qualità all’apparenza e per ultimo, ma non perché meno importante, è davvero, credetemi, davvero economico.
Sopratutto se si pensa di essere a pochi passi da Portobello Road.

Finito il mio caffè e raschiato il piatto dove c’era la torta mi era venuta la tentazione di fare il bis, ma poi ho dato un’occhiata alla gente che era in coda. E inoltre se mi alzavo chissà se avrei ritrovato posto!
Ho preferito allontanarmi proseguendo fino al ponte che attraversa il canale.
Per il mio gaudio c’è un piccolo parco, grazioso, con una piccola pista per lo skate.

 

 

Il parco è a bordo acqua, c’è un sentiero piuttosto largo e da qui si può arrivare fino alla Little Venice di Paddington con una piacevole passeggiata di circa 20 minuti
Un bel percorso poco turistico.

Opto però per la metropolitana.
Adesso che mi sono rifocillata non vedo l’ora di rimettermi in movimento e di andare alla scoperta di altre cose che questa meravigliosa città nasconde.
Cara tube, dove mi porterai ora?

 

Riassumendo:

La Lisboa Patisserie si trova al 57 di Golborne Road.
E’ aperta anche la domenica, dalle 7 del mattino fino alle 7 di sera.
La stazione metro più vicina è la Westbourne Park, ci passano la Hammersmith&City Line e la Circle Line.
Ci sono anche molte linee di bus.

Oltre al 23, di cui ho già parlato, c’è il 52 che parte da Victoria e il 70 che parte da South Kensington che lasciano alla stessa fermata a cui sono scesa io.
Invece, se passate il ponte, al di là del canale c’è la fermata del 31 che collega con Camden.

 

Annunci