CHRISTMAS CRACKER

Un oggetto cult, una tradizione Natalizia che non può mancare sulle tavole Inglesi.

Il Cracker è una tradizione natalizia puramente British.

Non sto parlando del biscottino friabile, leggermente salato che si sgranocchia, a volte, al posto del pane, ma bensì di quell’oggetto cilindrico a forma di caramella incartata che si trova su ogni tavola imbandita del Regno Unito, soprattutto a Natale.

Credo che sia difficile trovare questo ornamento al di fuori della Gran Bretagna; forse in quei paesi che formano il Commonwealth ne conoscono l’utilizzo, puramente decorativo; o il significato giocoso che non è intriso nelle maglie della tradizione religiosa con un percorso che viene dai tempi dei tempi, ma bensì molto più superficiale e moderno … E’ solamente da, quasi, 170 anni che gli Inglesi si divertono con i Crackers.

L’ideatore fu tale Tom Smith, appassionato pasticcere e decoratore giramondo che s’innamorò del ‘bon bon’ Parigino, un dolcetto talmente famoso che il suo nome si è inserito nel gergo infantile di tutto il mondo.
Il ‘bon bob’ era semplicemente una mandorla confettata avvolta con un giro di carta velina stretto ai lati, la classica confezione per le caramelle, e veniva commercializzata durante le Festività.
Fu questa l’idea che importò e che da subito rese unica aggiungendo nell’involucro un pensiero scritto, una frase facendo si che diventasse un classico dono del Natale Londinese.

Ma voleva di più, voleva qualcosa che non si vendesse solo stagionalmente; ci studiò qualche anno prima che l’idea diventasse chiara e si potesse tramutare nell’oggetto cult di cui gli Inglesi vanno pazzi.

Trasformò il dolcetto in un manufatto cilindrico, adatto a contenere qualche articolo di varia natura e una piccola (ma davvero minuscola) carica esplosiva. L’involucro è quello di una caramella gigante, con i due ‘fiocchi’ di carta laterali che permettono un gioco di trazione tra due contendenti (tipo il tiro alla fune). Tirando da ambo i lati si attiva l’esplosione, il cartone si rompe e il contenuto esce fuori per il gaudio dei commensali.

Uno degli oggetti fissi che si trovano all’interno è un cappellino di carta, intagliato a mò di corona, con cui ci si deve adornare il capo (e questa si che è un’antichissima tradizione che arriva dagli Dei Romani).
E’ grazie a questo simbolo che si riconoscono facilmente le comitive festanti nei ristoranti. Vi è mai capitato di vederli? tavolate in cui tutti i commensali indossano colorate coroncine di carta. Questo vuol dire che stanno festeggiando qualcosa, eh si! perchè esistono Crackers per ogni occasione e in più possono essere personalizzati e resi funzionali per ogni tipo di celebrazione .
Oltre alla coroncina si trova fisso uno scritto che può essere un pensiero, un indovinello o una battuta che, se condivisa, unisce la comitiva in qualche minuto di conversazione giocosa. Poi c’è il regalino che può essere un giochino da fare insieme, un oggetto e, volendo, qualche dolcetto o leccornia varia.

Insomma un Cracker è un oggetto con molte funzioni attinenti alla convivialità e al gioco, ma è anche una decorazione per la tavola.
Non sarebbe Natale senza i Crackers sul tavolo per un British e questo grazie alla famiglia Smith.

Il commercio è ancora oggi florido, anche se le generazioni degli Smith si sono poi perse nelle varie multinazionali.

Una traccia di loro però si trova ancora in Finsbury Square; in un angolo della piazza si trova una fontana eretta a ricordo della moglie di Tom. E’ posizionata di fronte al luogo dove esisteva la loro fabbrica, dismessa nel 1953, data in cui si trasferì nella Est Anglia. Se guardate bene le decorazioni potrete vedere la forma di un cracker nella parte superiore.

Un’altra traccia, nonostante le varie affiliazioni, sta nel Royal Warrant; gli Smith sono fornitori di Crackers, per ogni occasione, della Famiglia Reale dal 1911.

Ecco quindi un’altro souvenir che potreste portarvi a casa.

Se siete a Londra durante le feste di Natale lo potete trovare facilmente in ogni Grande Magazzino; sono un classico nella vendita di prodotti natalizi sia da Fortnum&Manson che da Liberty o Selfridges, per nominarne solo tre. Poi ci sono i negozi, molti confezionano Crackers con le loro merci, ma ci sono anche i pop-up a tema natalizio; per esempio King’s Rd ne ospita uno ogni anno.

Diversamente provate on-line: sant’Amazon è sempre ben fornita.

Mulled Wine

Tradizionale bevanda servita nel periodo delle feste natalizie a Londra

 

Il profumo del Natale

Io lo chiamo così perché è proprio durante il periodo di queste celebrazioni che nelle strade di Londra si sente questo piacevole aroma di spezie zuccherate, di agrumi.
Si inizia a Novembre a trovarlo nei Pub e nei Caffè che lo porteranno a menù per tutto l’inverno.
Ma è quando inizia il carosello Natalizio che ha il suo maggio consumo. Non c’è mercato, mercatino, pista di pattinaggio, Carol organizzati in piazza,  grotte di Babbo Natale e quant’altro di simile, che non abbia un banchetto dove poter bere questa pozione ristoratrice servita sempre bella calda e, se ci mettete anche una Mince Pie, allora l’atmosfera è proprio festosa.
Il Mulled Wine è il nostro Vin Brulè con un tocco di magia che da noi non esiste e il perché ve lo spiego dopo.

Lasciatemi specificare che si tratta di una bevanda servita calda, a base di vino, zucchero e spezie.
Si fece conoscere come Vino di Ippocrate e la sua storia racconta come fu proprio il grande filosofo, il primo a scoprire che macerando il vino con erbe, quali la ruta e l’assenzio, si otteneva una bevanda digestiva e tonificante.
Questo metodo fu esportato nel mondo dai Romani che l’aricchirono di spezie e lasciarono traccia di questa bevanda praticamente in tutti i paesi conquistati, prima di arrivare al Nord, a Londra dove si strutturò nel tessuto delle usanze locali.

Nel Regno Unito sono state trovate tracce di una ricetta, di questo vino speziato, nel suo più vecchio libro di cucina intitolato The Former of Cury, che porta una data incredibile: 1390. La ricetta descrive questi ingredienti:’‘ macinare insieme cannella, zenzero, galanga, chiodi di garofano, pepe lungo, noce moscata, maggiorana, cardamomo e granelli di paradiso e mescolare il tutto con vino rosso e zucchero”.
Un’altra menzione, sotto mentite spoglie, in quanto la bevanda  in questione si faceva chiamare Smoking Bishop, la troviamo nella Londra Vittoriana, sulla bocca di  Ebenezer Scrooge. Oppure chiamata Negus, una versione allungata con acqua, servita ai bambini non solo durante le feste di Natale, ma anche nelle loro feste di compleanno.

 

Comunque si facesse chiamare la ricetta non è molto cambiata da allora.
Ai giorni nostri le spezie possono variare di combinazioni ma la base è solitamente la stessa: vino, a volte mischiato con Brandy o Sherry, arancia o mandarino, limone, cannella, noce moscata, semi di finocchio o anice stellato, chiodi di garofano, cardamomo e zenzero e per i bambini ci sono i Mulled analcolici con succhi di frutta o sciroppi.

Come dicevo prima, per i Britannici questa è una tradizione acquisita che ha preso molto campo e si è inserita vittoriosamente fra le preferenze di questi isolani, rispetto alle proprie. Durante le festività è particolarmente ‘sentita’ e magica perché, pur non essendo considerata una bevanda augurale, in certi casi si usa come sua sostituta.
Per farvi capire meglio vi devo raccontare del Wassailing: un modo antichissimo con cui la Gran Bretagna brindava, nelle varie occasioni annuali, (raccolti, guerre, matrimoni) per augurarsi buona salute, buon raccolto, buona sorte etc.
Il più tradizionale dei brindisi veniva fatto con una bevanda a base di quello che poi sarà chiamato birra, servita in enormi ciotole, spesso d’argento o di peltro, che potevano contenere oltre i 30 litri.

Tutti attingevano da queste coppone di ‘birra’ augurale, condita con panna rappresa, mele arrostite, uova, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata e zucchero.

Il Wassail veniva chiamato “lana di agnello”, perché la polpa delle mele arrostite spumava un po ‘come la lana di agnello!
A questo punto consentitemi una smorfia di disgusto, forse a torto?
Spesso durante le rappresentazioni che richiamano queste vecchie usanze ( a Londra ce n’è una importante il giorno dell’Epifania) dentro il ciotolone non c’è altro che Mulled wine … E io aggiungo: Per fortuna!

Diversa è la storia del Sidro, un vino di mele in uso e produzione molto comune nel Regno Unito, tanto che (in altre epoche) veniva usato come contante per i pagamenti e i salari degli operai.
Veniva usato anch’esso per il Wassailing, infatti a lui si riconoscono poteri augurali, sopratutto per i raccolti e, spessissimo, lo potete trovare a fianco del contenitore del Mulled Wine come Spiced o Mulled Cider.
E’ ottimo! D’altronde potete comprare ottimi sidri prodotti in Gran Bretagna, loro ci sanno fare con le mele.

 

Pertanto se vi trovate in un mercatino … Anzi no! Vi do un chiaro suggerimento: Columbia Rd Late Night Shopping, tutti i Mercoledì di dicembre fino a Natale, dalle 5 alle 9 di sera.
Columbia Road in queste pre-serate è molto accogliente, si illumina con tutti i negozietti (e sono per lo più ‘atelier’ di giovani promesse del designer) aperti, ci sono i Carol davanti al Pub a cui unirsi, l’albero, le decorazioni e tanta gente, intenta nella ricerca dei suoi regali, che si incontra, si scambia gli auguri, creando quell’atmosfera di famiglia tanto giusta per il Natale.
Adatta per gustarsi il Mulled Wine e augurarsi un

Waes Hael!

COME MUOVERSI A LONDRA A NATALE

Il 25 Dicembre a Londra, cosa c’è da fare, cosa è aperto, come muoversi in città.

La prima cosa che bisogna sapere, se ci si appresta a passare le vacanze natalizie in questa città è che
il 25 Dicembre la città è completamente ferma.

Nessun tipo di trasporto si muove a parte i taxi, o i carsharing, che comunque bisogna prenotare e che, se non si sono dati una regolata negli ultimi anni, sono con tariffa raddoppiata.

E’ sconsigliatissimo mettersi in viaggio tra la sera del 24 e il pomeriggio del 26.
In questo lasso di tempo praticamente tutti i mezzi di trasporto urbano, compresi i transfert dai vari aeroporti,  pian piano rallentano fino a fermarsi completamente nel giorno di Natale.
Si riavviano, sempre pian piano, fino a raggiungere la normalità il 26, basandosi sempre sulla tabella degli orari festivi.

Ogni anno, entro le prime settimane di Dicembre, il sito ufficiale Transport of London pubblica gli orari per le festività.
Un vademecum che segnala le poche rotte che si muovono nella giornata del 25; le chiusure al traffico di piazze e stazioni metro nei giorni del 31 e 1, quando ci saranno festeggiamenti di massa e i conseguenti tragitti alternativi. 
Inoltre le eventuali varianti e le chiusure per i  lavori di manutenzione annuale che si svolgono durante questo periodo sulle strade, metro e linee ferroviarie.

Il blocco totale di Londra il 25 Dicembre è quasi un’attrazione turistica, un richiamo per i turisti impazienti di godersi una giornata  totalmente priva di traffico. 
Una cornice molto inusuale per questa città caotica; finalmente un pò di silenzio e meno gente che corre, che permette di camminare e prestare più attenzione a cose o particolari che di solito il muro umano non ti permette di notare.
Purtroppo però questa curiosità rischia di far perdere le tradizioni e le zone più centrali di Londra si stanno adattando a questo flusso di turismo natalizio, almeno per quel che riguarda la ristorazione; infatti in zona 1 si trovano più facilmente, negozi di cibo take-away e sempre più ristoranti e pub aperti.
Quello che resiste è il blocco dei mezzi pubblici; per questo il mio consiglio è quello di trovare una sistemazione in centro per questo periodo; cercatevi una zona dalla quale potete facilmente muovervi a piedi per poter visitare comunque la città e avere a portata di ‘piedi’ le attrazioni principali quali: Westminster, il Palazzo Reale, Trafalgar e Soho, il lungo fiume o la Torre.

Le bici

Un aiuto per muoversi sulle distanze arriva alle Santander Cycles, le bici a noleggio di cui i parcheggi sono sparsi in tutto il territorio urbano. Ogni anno ce ne sono sempre di più, anche in zone meno ‘centrali’. Anche i meno sportivi e temerari possono prenderle in considerazione, pensate solo che le strade saranno semi deserte e questo agevola molto anche i principianti che possono pedalare con più tranquillità. Si paga l’abbonamento giornaliero, ad oggi del valore di 2 sterline;  poi se la usate e la ri- parcheggiate entro la mezzora non pagate nulla, potete farlo tutte le volte che volete in quella giornata, altrimenti la tariffa è 2 sterline ogni altra mezzora dopo quella free.

I Taxi

Una parola su questi mezzi che solitamente in queste giornate sono molto cari, anche se la tendenza sta prendendo un’altra piega.
Sul sito dei trasporti e anche per la città ci sono mille raccomandazioni di non usare Cab privati. Sono facilmente distinguibili perchè non essendo ‘rintracciabili’ sono loro a cercare il cliente, avvicinandolo e proponendo cifre molto basse o contrattazioni. Non va bene, statene alla larga perchè possono essere davvero molto pericolosi.
Gli unici Taxi sicuri sono quelli che prenotate attraverso l’applicazione specifica o delle aziende che sono regolarmente registrate, oppure i bei vecchi Black Cabs che sarete voi a fermare se ne vedete passare uno con la luce gialla accesa. Info e numeri a questo sito 

Attrazioni e Musei:

Tutto chiuso.

Già dal 24 e anche fino al 26 compreso molte delle attrazioni e musei sono chiusi. 
Alcuni chiudono anche il 1 Gennaio. 
Bisogna fare un controllo a tappeto su quelli che interessano, per vedere le varie date e orari che applicano.
Non ci sono direttive uniche e ognuno agisce a propria discrezione. Un esempio su tutti:
Il London Eye fa orari più corti il 24 e il 31, ma chiude totalmente solo il giorno di Natale

Cosa si fa il giorno di Natale a Londra

C’e solo un museo, a mia conoscenza,  aperto il giorno di Natale:
una mostra interessante, sul corpo umano, che potrebbe valere la spesa sia di un biglietto, che del tempo dedicatogli:   https://bodyworlds.com/exhibition/london/

Da poco tempo si è aggiunta la possibilità di fare una piccola crociera circolare che parte da Westminster e arriva alla Torre con ritorno, sono a disposizione più corse dalla tarda mattinata. 
Ce n’è una anche con il Pranzo di Natale compreso, costosa ma di effetto sicuro.
Tutte sono organizzate dalla City Cruise.

La London Walks offre la possibilità di due tour a piedi con guida in inglese:
La mattina, dalle 11 alle 13 circa “1660 The London of Samuel Pepys”
Il Pomeriggio dalle 14 alle 16 “The Christmas Day Charles Dickens”. 
Il prezzo è intorno alle 10 sterline e il punto d’incontro è sotto l’albero di Trafalgar Square, non serve la prenotazione, ma leggetevi bene i termini e condizioni orari e quant’altro sul sito della compagnia.
Christmas Day in London – The Grand Tou
Anche questa compagnia organizza tour di varie natura, sempre in lingua Inglese. Si parte da svariati luoghi e si viaggia per il centro e i siti storici. Ce n’è uno che inizia all’alba.

Se siete dalle parti di Hyde Park non perdetevi la competizione mattutina di alcuni pazzi che si buttano nelle acque della Serpentine; lo faranno alle 9 della mattina di Natale, un corraggioso tuffo e via, a chi nuota più veloce fino alla riva.
Una tradizione che dura dal 1864.
La Peter Pan Cup è riservata ai soci, ma il pubblico è il benvenuto.

Ci sono delle gite fuori Londra organizzate da varie compagnie di pullman che danno anche l’opportunità del pranzo, così come tour in comodi pullman + battello per la stessa Londra.                                                                                                                                               Qui ne ho una lista per averne un’idea

Un’altra cosa che si può pensare di fare è andare a messa! questo vi darà, oltre che al conforto religioso, l’occasione per assistere ad una messa solenne in alcune delle più belle chiese della città e poterne così scoprire la bellezza, cosa che di solito si fa a pagamento. 
Qui troverete informazioni su quelle cattoliche. Prendete in considerazione però anche altre chiese, pur se differenti; non perdete l’occasione di curiosare dentro Westminster Abbey o St Paul
Ma mi raccomando! per rispetto a chi in chiesa c’è davvero per pregare e raccogliersi, non si ci può comportare da turisti.

Ristoranti e Pub

Questo è un giorno di chiusura totale.
I teatri, i cinema e club chiusi, i musei si riassettano e il London Eye resta immobile … Una tradizione per lo più immutata. 
Anche i ristoranti, i caffè e le varie catene di cibo snack e take-away questo giorno riposa, non si trova una sola saracinesca alzata in tutta Londra a meno che non sia gestita da asiatici. Ma come per tutte le cose del mondo il cambiamento è inevitabile, quando non è “naturale”
Quando entrano il gioco le regole del commercio anche Londra, per quanto tradizionalista nel midollo, si deve arrendere. 
Nel centro soprattutto, risulta  impossibile e controproducente fermare il turismo che tende sempre più a sfruttare le vacanze viaggiando; il risultato è che sono sempre di più i ristoranti aperti e i Pub che offrono il Christmas Day Lunch.
Per adesso il numero è ancora in minoranza quindi se organizzate il Natale a Londra è decisamente consigliabile una ricerca anticipata del ristorante e poi obbligatoriamente la prenotazione, anche i Londinesi hanno scoperto come sia comodo fare il Natale a ristorante.

Vi consiglio Top table,  i suoi filtri sono molto semplificati ed è un contenitore piuttosto completo, oppure la lista di Time Out.                                                                                  Entrambe vi daranno l’immediata disponibilità dei ristoranti che fanno servizio il giorno di Natale.

Di seguito vi do una piccola lista anche io; di quelli che per certo so che sono operativi.
Per catena intendo che ci sono diversi ristoranti in diverse zone della città:

L’Hard Rock Caffè offre un servizio limitato con anche negozio attiguo aperto.

Cucina casalinga in New Oxford Street al Le Bistro Savoir Faire http://savoir.co.uk/savoir/xmaspage.html

Bluebird a Chelsea

Una bella vista sul fiume si gode da quello che era il caffè del Designer Museum, prima che si spostasse a Holland Park: Il Blueprint Caffè 

Vicino trovate anche The ButlersWharf Chop House

E anche Le Pont de la Tour

La carissima R.S.Hispaniola ancorata sul Tamigi vista London Eye

The Hoxton Grill a Shoreditch 

British che più British non si può Dean Street Townhouse Hotel & Dining Room

Per non parlare del panoramico ristorante Altidude a Millbank

La catena di Gordon Ramsay tiene aperta qualche filiale 
Orrey a Marylebone 
Almeida ad Islington 

I Pub

The Only Running Footman a Mayfair 

The Britannia a Kensington 

The Queen Adelaide a Putney della Young’s.

Sul sito della Young’s, usando i filtri sulla sinistra, potete trovare altri pub aperti il giorno di Natale. 
Per esempio a Borough: 
The Bunch of Grapes
e a Chelsea: 
The Waterside.

La stessa cosa sul sito dei: 

Fuller
Shepherd Neame
Nicholson’s
Taylor Walker
Greene King ( solo alcuni di questa catena bisogna controllarli uno ad uno)
Geronimo Inn
Wetherspoon

Sono tutte catene a cui appartengono ormai quasi tutti i Pub e vi forniranno la lista dei loro locali aperti. se non trovate esplicitamente la scritta ‘Open at Christmas’ basta guardare se offrono un Christmas Menu 

I negozi

Sono chiusi il 25 … tutti.

Il 24 fanno orario domenicale, con chiusura tra le 17 e le 18, indistintamente. 
Stessa cosa succede per il 31.
Indipendentemente dal giorno in cui cade, la città si prepara ai festeggiamenti e si chiude tutto un po’ anticipatamente.

Il 26 invece i più aprono normalmente e nei magazzini come Selfridges iniziano i famosi saldi per i quali non è difficile vedere gente in coda dalle 5 del mattino nell’intento di accaparrarsi un Dior o un Armani al 50% di sconto.

Il 1° dell’anno
 i negozi generalmente sono aperti, con orari domenicali ma in questo settore esiste sempre molta anarchia.
Alcuni esempi: Selfridges è aperto il 26 dalle 09.30 alle 21 e il 1°dalle 11 alle 21. Fortnum&Mason chiude il 24 il 25 e il 1°

Si consiglia sempre di dare un’occhiata nei siti ufficiali del negozio che si vorrebbe visitare, sempre intorno ai primi giorni del mese di Dicembre, solitamente riportano gli orari delle festività. Cercate di non mettere in programma lo shopping per il 1° dell’anno se non mirato, eviterete brutte sorprese.

Anche i mercati sono chiusi per il giorno di Natale

Durante il periodo prefestivo molti osservano speciali orari, più lunghi, o eccezionali aperture serali.

Borough Market dal 13 al 24 e dal 27 al 31 è aperto tutti i giorni.  Il Jubilee Market a Covent Garden recita sul sito che è aperto tutti i giorni della settimana, se ne dedurrebbe che resterà aperto anche il 25? ….. 

Camden  sembra chiuda solo il 25

Non vi fate scoraggiare da questa giornata apparentemente priva di cose da fare, vi garantisco che osservare la città, le sue luci e i suoi tesori, nella calma di un giorno in cui i più sono in festa è un’esperienza decisamente fuori del comune

 ….. Buon Natale a Tutti e …. buona Londra!!!

DICEMBRE … LONDRA CELEBRA IL NATALE

Gli appuntamenti per celebrare il Natale a Londra

E rieccoci qui! Con un nuovo Natale alle porte.

E con il post più lungo dell’anno!!!

Oggi tutto nel mondo sembra farsi più difficile, forse anche il ‘credere’ è meno sentito, ma il Natale rimane sempre la festa più celebrata dell’anno, quella in cui ci si sente più vicini e il senso di appartenenza alla famiglia predomina.

Londra il Natale lo festeggia alla grande: luminarie, vetrine addobbate ad arte, spettacoli teatrali, mercati, grotte di Babbo Natale, Carol in piazza, concerti.Tantissimi sono gli eventi legati a questa festa, per poterla festeggiare al meglio e in tutte le salse.Per le luminarie e i riti che girano intorno ad esse potete trovare

Alcune informazioni sono assolutamente necessarie per quel che riguarda i:

TRASPORTI  leggere QUI 

infatti il giorno di Natale non ci sono mezzi pubblici e nel periodo che va dal 23 Dicembre al 2 Gennaio ci sono molti stop nelle linee metropolitane e ferroviarie per cui, per chi viaggia, è importante informarsi a dovere.Vi consiglio il sito ufficiale del Transport of London che, più o meno dai primi di dicembre, pubblica un vademecun dettagliato che potretePer altre informazioni cercate l’etichetta Natale e troverete tutto ciò che ho scritto a riguardo, mentre sulla Pagina Facebook vi terrò aggiornati con le ultimissime e novità che testè mi son sfuggite 😉

Per i fortunati che potranno godersi un po di questa magica atmosfera del Natale a Londra ho selezionato, cercando di dividerli per argomento, i principali eventi del mese.

… preparatevi! è una lista lunghissima ^_^


Tre musei che offrono esposizioni a tema:

Geffrye Museum

Christmas Past: 400 Years of Seasonal Traditions in English Homes

MOMENTANEAMENTE CHIUSO, FINO A PRIMAVERA 2020

Il Geffrye Museum è un museo sull’arredamento, sul designer d’interni, ma anche sull’architettura. Per Natale offre sempre una specifica mostra, una particolare cornice allestendo le sale con i decori d’epoca per ricordare sia fasti che povertà dei natali passati appartenuti alle case Londinesi.Ha anche un bellissimo giardino e un Caffè con vista.Tutto è contornato con conferenze che spiegano il perchè delle tradizioni, giornate dedicate ai piccoli per insegnarli a fare decorazioni e ai grandi anche per cucinare un classico cenone di Natale.

Non mancano i tradizionali Carol e l’assaggio del cibo tradizionale: mince pie e muled vine.Sul sito troverete le date dei vari appuntamenti.Nel suo giardino si festeggia un importante evento:Farewell to Christmas ovvero l’addio al Natale, un rito pagano che si festeggia nel 12 giorno, ovvero la nostra epifania

Dennis Severs ‘House

Questo non è propriamente un museo, ma una casa privata lasciata così come era dall’epoca Vittoriana. Si è curato l’allestimento in modo tale che si conservassero i muri, gli abiti, le vettovaglie intatti come erano un tempo (naturalmente il cibo e i fiori sono freschi).
Un giro in questa casa vi farà veramente tornare indietro e toccare con mano come vivevano alcune famiglie di differenti ceti sociali nella Londra del 800.
Ci sono effetti sonori mirati a dare l’impressione che la casa sia abitata … un vero salto nel tempo.Fanno anche visite serali, al lume di candela.A natale c’è sempre un’allestimento speciale e alcune giornate ‘speciali’ di cui una è proprio la notte della Vigilia.

Dickens Museum

Per tutto il mese ci saranno allestimenti speciali, Carols, letture etc e il suo Cafe sarà pronto per accoglie i pellegrini che avranno voglia di camminare fino alla sua porta con un piccolo rinfresco.

Il Dickens Museum è stato restaurato ed ampliato da poco. E’ una tipica casa di stile georgiano che accoglie il pubblico come se la famiglia Dickens vivesse ancora lì e prepara sempre degli eventi dedicati durante il periodo delle feste natalizie.

Una tradizione da rispettare è quella di assistere ad un:

Handel’s Messiah

Tutto il Regno Unito per tradizione suona e canta le musiche di questo compositore, che visse in questo paese fino all’età di 74 anni.

Il suo Messiah, con i suoi pezzi corali, è considerato il capolavoro musicale più caratteristico del NataleLa sua musica viene rappresentata in ogni chiesa e molti dei teatri tengono il proprio Handel’s Messiah.
Sappiate che ogni chiesa ha un fittissimo programma di cori, concerti e Carol dedicati al Natale, alcuni sono molto prestigiosi e tra questi sicuramente ci sarà l’immancabile concerto di Handel.
Il consiglio che vi do è quello di controllare il sito della chiesa che vi interessa per trovare l’evento a cui assistere, molti sono gratuiti, oppure venduti a piccoli prezzi per beneficenza.Icapitolo del blog dedicato alle chiese cattoliche vi potrà dare altre indicazioni.

Qui di seguito invece le chiese più centrali dai cui siti potrete vedere il programma ricco di concerti:

St. James Church. Nel bel quartiere omonimo, tra Piccadilly e Buckingham Palace.

St Martin in the Fields. Trafalgar Square. E’ la più famosa nel campo dei concerti, infatti ne organizza molti, ancuni dei quali gratuiti, tutto l’anno.
Southwark Cathedral. Meravigliosa chiesa accanto al Borough Market.
Westminster Abbey. Non ha bisogno di presentazioni.
St Paul Cathedral. St Paul ha un antico e profondo legame con Handel dal giorno in cui il suo coro si unì a quello di Westminster per cantare, al suo funerale di stato nell’Abbazia, nel 1759.
Il suo concerto dedicato è sempre un’occasione molto solenne e sentita e fa sempre sold-out per cui il mio consiglio è di non esitare se trovate qualcosa che fa per voiPer quel che riguarda i TEATRI vi evidenzio i 2 principali.

Un sacco di concerti con Carol e Messiah alla:

Royal Albert Hall

Un calendario ricco di performance che fanno parte del Christmas Festival.
Questa è una location veramente molto bella e merita una visita, se trovate uno spettacolo che potrebbe essere, a vostro giudizio interessante, non esitate a prenotare.
Inoltre tutti i concerti ‘popolari’ della Royal Albert Hall sono molto sentiti dalle persone che partecipano che sono sempre molto numerose e seriamente intenzionate a divertirsi. Vi assicuro!

E’ uno spettacolo nello spettacolo.

Royal Festival Hall con il suo

Messiah by candlelight

Il ‘Teatro di Londra’ si agghinda e offre uno spettacolo di ottima musica ma anche d’atmosfera. Di solito la protagonista è la Mozart Festival Orchestra suona in autentico costume del 18° secolo e al lume di candela.

Tantissimi altri saranno i concerti a tema natalizio; provate a cercare  QUI

Naturalmente oltre al concerto dedicato ad Handel ricco è il calendario dei CAROLS, che sono un’altra tradizione natalizia molto sentita.

Non è Natale a Londra senza aver assistito e partecipato ad un Carol.
I più famosi sono sicuramente quelli sotto l’albero a Trafalgar Square ma c’e davvero l’imbarazzo della scelta, così ho QUI  un’altra lista.

A Teatro, tradizione vuole che si mettano in scena le classiche storie, in qualche modo legate al Natale, che la letteratura ha fatto conoscere in tutto il mondo, oppure personaggi che fanno parte della cultura prettamente Britannica.

Per le festività molte di queste storie vengono trasformate in pantomime per renderle divertenti a tutta la famiglia e, come per i Carol, non esiste un vero natale in Gran Bretagna senza essere andati a vederne una a teatro.

Tutte le Pantomime che sono a teatro a Londra in questo Natale le trovate QUI

Le grotte di Babbo Natale

Ecco l’altra tradizione molto popolare e questo fa si che poter incontrare Babbo natale a Londra sia molto più facile che da noi.
Le sue ‘grotte’ sono praticamente in ogni centro commerciale, grande magazzino, piazza e anche parco.

La ricerca si può fare selezionando il sito del magazzino preferito e controllare cosa offre oppure guardare QUI dove ne potrete trovare già un bell’elenco

Io ne riprendo solo alcune, quelle che mi piacciono di più:

Meet Santa and his reindeers, at London Zoo

Nello Zoo di Londra  ci sarà una grotta da favola con vere renne che accolgono i piccoli visitatori.

Una cosa in più, per chi volesse visitare il più antico zoo del mondo che occupa il margine settentrionale del Regent’s Park, è che ci sarà uno spettacolo di luminarie.

Un’iniziativa che sarà molto presa di mira dal pubblico più giovane. Nei 5 piani di questo regno dei bimbi si potrà avere la Santa Grotto più simpatica e “cara” di londra.
Gli elfi del Babbo saranno a disposizione per accogliere i piccoli ospiti e per intrattenerli. Ogni bambino avrà una chiacchierata individuale con Babbo Natale e potrà ascoltare alcuni racconti sul magico Natale in Lapponia.
Merita sicuramente anche solo potervi assistere da lontano, fa parte dei tanti spettacoli ed intrattenimenti che questo negozio usa fare in tutto l’arco dell’anno per i suoi clienti ^_^

Hamleys poi regala ai Londinesi una parata che solitamente si svolge dopo l’accensione delle luminarie nella strada dove risiede: Regent’s St. Cercate sul sito le date aggiornate se volete organizzarvi per esserci.

Bello il Natale Vittoriano al Museo di Londra, sia nella sede accanto al Barbican che nella sede delle Docklands.

Solitamente nel primo Weekend di Dicembre

Fulham Palace

Un’altro posto che a me piace tantissimo e che ho scoperto solo questa primavera è Fulham Palace. Un bel parco e giardino che costeggia il Tamigi e un bel palazzo dove poter incontrare il Babbo in alcune date oppure cantare i Carol.

E poi ci sono le fiere ed i mercati … tantissimi

Molte sono organizzate appositamente per il Natale, in location suggestive, quelle che invece sono normalmente in calendario offrono orari speciali dedicati. Un esempio su tutti è quello di:

I Kew Gardens offrono un programma molto ricco per la stagione Natalizia, oltre a Babbo Natale ci sarà un villaggio con mercato aperto anche nelle ore serali, per permettere ai visitatori un’atmosfera ‘illuminata’ oltre che un bellissimo negozio e l’albero di Natale al Victoria Gate.

Horniman Christmas Fayre

Solitamente il primo Week End di Dicembre.

L’Horniman Museum è una chicca che pochi conoscono, nato grazie ad un commerciante di Te che aveva la passione del collezionismo e che, nei suoi viaggi, ha raccolto moltissimi reperti in ambito antropologico. Famosi sono i suoi animali impagliati e gli strumenti musicali. Altrettanto belli i giardini.

Oltre alla grotta di Babbo troviamo in questi giorni una bella fiera artigianale con prodotti pregiati nelle fattezze e nell’originalità.

Fa parte del Winter Festival di Southbank  che durerà fino a Gennaio

e che comprende molti altri eventi, sia artistici che musicali

Southbank Centre Christmas Market

Queens Walk

Di molto ridimensionato, con aperture fino alle 22 il Venerdì e il Sabato, fino alle 21 gli altri giorni.
Questo può considerarsi l’unico mercato di Natale Londinese che rimane per tutto il periodo con i suoi chalet di legno stile tirolese che vendono merci natalizie, Molto turistico.

Durante il suo regolare svolgimento viene affiancato dal

Real Food Market 

Southbank Centre Square

Prodotti artigianali e biologici per il vostro Natale, pasticci di carne, vino caldo, formaggi, mostarde, salumi e tutti i tipi di bocconcini tradizionali e non da degustare o per originali regali da portare a casa.

Winter Wonderland

All’interno di Hyde Park ogni giorno, escluso il 25 Dicembre, dalle 10.00 alle 22.00

Questo piccolo parco di divertimenti, situato sulla riva della Serpentine, sta diventando una tradizione.

Il mercatino è in stile tirolese come quello a Southbank e gli fanno da contorno le giostre e una pista di pattinaggio, oltre alla classica Santa Grotto.

Adatto a tutta la famiglia.

Columbia Road Christmas Wednesdays

Oltre alla domenica, quando questa strada si riempie di colori e profumi con il mercato dei fiori, Columbia Road apre tutti i suoi negozi nei mercoledì pre-Natalizi. Dalla tarda mattinata, ma è meglio andare nel pomeriggio perchè stanno aperti sino alle 21 ed oltre e per rendere l’atmosfera festiva ci sono contorni di canti e tante mince pie. Se siete alla ricerca di oggettistica da regalo vi potrebbero dare delle idee veramente uniche ^_^

I negozi in questa via sono per lo più Boutique o gallerie espositive di giovani designer (alcuni già molto noti nell’ambiente) e in tempi quotidiani normali sono per lo più aperte solo su appuntamento o in orari e giornate selezionati.

La Magia di Greenwich è:

Christmas in the Market

Per il Natale Greenwich Market mette il vestito delle feste per far vivere un’ intensa e ricca atmosfera natalizia.

Sempre dalle 10 alle 17,30 le merci di artigianato e gastronomia tutti i giorni, ma il mercoledì speciale Art&Craft dedicato al Natale fino alle 20

Speciali dedicati al Natale nel

Old Royal Naval College

L’ingresso al Old Royal Naval College è sempre gratuito, purtroppo ci sono lavori nella Painted Hall e fanno entrare solo su prenotazione con tour speciali che si pagano.

Solo un giorno solitamente la prima domenica di Dicembre, in Elizabeth Street e Pimlico Road 

Belgravia Christmas Sunday

In questo quartiere centrale, ad alto concentrato turistico, in quanto vi si trovano decine di Hotel, vi si svolge una tradizionale giornata di mercato dedicato tutto alla festa di Natale.

Facile poter veder arrivare Babbo

City Christmas Fair at Drapers Hall

Questo mercatino di Natale è organizzato per beneficenza. Vi si trova della bella merce di qualità, i brand che partecipano sono solitamente molto British.

Inoltre, pagando le 5 sterline del biglietto d’ingresso, si ha la possibilità di entrare in una delle dimore più antiche della città.

Il salone delle feste della Draper’s Hall, è ancora oggi la dimora di rappresentanza di una delle compagnie di livrea di Londra (i commercianti di tessuti) perfettamente attiva nei vari settori filantropici, immobiliari ecc, ed è indiscutibilmente un’opera d’arte da scoprire.

Nella Old Town Hall di Chelsea il:

Chelsea Christmas Gift Fair

Proprio di fronte alla Torre di Londra e intorno al The Scoop si allestiranno alcune bancarelle pronte per vendere la merce artigianale e non, una occasione ancora per trovare il regalo giusto.

Sempre più grande e ricca, questa fiera di Natale ha registrato, l’anno scorso, un grande successo che sperano di ripetere.

Anche di fronte alla Tate Modern ci sarà un ricco mercatino:

Christmas by the River

A me piacerebbe andare a visitare anche

che per il Natale promette un’atmosfera particolare

Brixton Christmas Market

Il quartiere è quello che si può dire, un esempio di gentrificazione.

Totalmente immerso nella fase di questo cambiamento socio culturale vi si respira un’aria molto vitale, piena di vita vera, ancora molto lontano dall’essere turistico.

Un’esperienza da fare e i market della volpe sono speciali, seguendo i vari link di questo sito li trovate in altre date e in altre speciali locations

Inoltre:

Shoreditch Christmas Craft Market

Da questo link potrete arrivare a molti altri mecatini a tema Natalizio sparsi, magari trovat una zona che vorreste scoprire mentre fate shopping ^_^

Un piccolo mercatino, Babbo Natale, una tenda per spettacoli e alcuni giochi d’intrattenimento per bimbi, lo troviamo da un paio d’anni anche nei giardini di Leicester Square. Il tutto si intreccia tra le statue di Shakespeare, Newton, Hogarth e un Charlie Chapling di bronzo, bella atmosfera!

A Londra a Dicembre, in varie date:

La Londra Reale

Dal 21 Dicembre al 3 Febbraio
Buckingham Palace Tour

Il tour dura circa due ore e si svolge in compagnia di una guida esperta. 

Riceverete anche una copia della guida ufficiale, uno sconto del 20% nel negozio reale, e un bicchiere di champagne servita nella Grand Entrance.
I posti sono limitati a 30 persone per visita e costicchia parecchio, meglio avere un buon livello di conprensione dell’Inglese per poter sfruttare al meglio la visita.

Dal 24 Novembre al 7 Gennaio
Natale a Hampton Court

Corse

Great Christmas Pudding Race

Covent Garden

E’ una divertente gara di abilità, allestita per rimpolpare i fondi della ricerca sul cancro.

Si organizzano gruppi di 6 persone che possono essere compagni d’ufficio come amici o altro, si ci acconcia in qualche modo con un costume natalizio o qualche cosa di divertente e si va ai blocchi di partenza

Bisogna correre, per un breve tragitto allestito nella piazza, tra ostacoli traballanti e disturbi dei tifosi avversari con un piatto di Christmas pudding in mano.

L’abilità è proprio quella di arrivare al traguardo sicuramente laceri e sporchi, ma con il pudding nel suo piatto ed integro.

Uno spaccato di vita londinese davvero divertente e libero a tutti di essere visto.

Battersea Park ore 10:00

Battersea Park spera di vedere raggiunta la cifra di 2000 babbi natale che si affrontano in una corsa di 6km intorno al bel parco, a favore dei disabili.

Non preoccupatevi se non avete un abito di babbo natale a disposizione, ne riceverete uno al momento dell’iscrizione.

C’è un’altro parco e un’altra corsa con Babbo Natale

Text Santa Run

Ma l’evento, direi mondiale, che riguarda Babbo Natale è sicuramente:

Santacon                         

E’ un vero raduno di Babbi Natali, maschi e femmine che siano. Niente associazioni, club, tanto meno la politica centra con questo. Esiste un’organizzazione a puro spirito goliardico che organizza una giornata in contemporanea con moltissime città del mondo.

Si ci deve vestire di tutto punto come il più tradizionale dei Babbi (il sito vende anche l’abbigliamento) e si parte per un tour della città toccando le zone più turistiche, facendo principalmente visita ai migliori Pub.

Il punto d’incontro e l’itinerario vengono annunciati sul sito il giorno prima, dopo di che una folla di irriverenti Babbi invaderà Londra. A volte la goliardia supera i limiti, ma per un giorno Londra tollera.

The London Pantomime Race 

Una corsa con circa una 40ina di improbabili cavalli intaserà le strade di Greenwick.

Potrete iscrivervi ed affittare un costume il tutto terminerà nella tradizione con fiumi di birra e musica.

Champions Tennis 

 Royal Albert Hall.

La meravigliosa platea rotonda dell’Albert Hall si trasforma in un campo di tennis.

Naturalmente con spettatori in mise super elegante, dove grandi celebrities di questo sport si sfidano.

Un torneo pre natalizio diventato ormai una vera tradizione proprio grazie ai campioni che vi partecipano.

Se vi trovate a passare per Trafalgar e vedete un grande candelabro con alcune luci accese sappiate che fa parte di un rituale della religione ebraica. 

Ogni sera viene accesa una luce e la sera dell’accensione della prima luce, ci sarà una festa con la partecipazione dei rappresentati religiosi e civili di questa popolazione, ci sarà un momento dedicato alla preghiera e uno al gioco e alla gola. 

Tipici di questa festa sono dei bomboloni (doughnuts) farciti e fritti…yummy!!

Primo giovedì di Dicembre

The Big Switch-On

Trafalgar Square Christmas Tree

Ecco la cerimonia più attesa! l’accensione del grande abete presente su questa piazza da ben 65 anni.

La sua storia lo racconta essere un dono da parte del popolo Norvegese, un regalo che rappresenta il ringraziamento della Norvegia al Regno Unito per tutto l’aiuto ricevuto in periodo di guerra.

Le decorazioni sono sempre semplici e verranno accese per la prima volta intorno alle 18 con la presenza del primo cittadino di Westminster, il sindaco di Oslo, l’Esercito della Salvezza e il coro di St Martin In the Field

Rimarrà acceso tutti i giorni dalle 12 alle 24 fino al 6 di Gennaio.

Blessing of the Crib in Trafalgar Square

Ci sarà una fiaccolata per inaugurare il presepe e il coro di St Martin in the Field inaugurerà i

Carol sotto l’albero

Infatti da questo giorno fino al 24, ogni giorno dalle 18 alle 21 svariati cori si esibiranno sotto l’albero di Trafalgar rendendo l’atmosfera di questa piazza ancora più magica.

Sono cori organizzati da associazioni di volontari, gruppi di persone non professioniste, cori di scuole ed appassionati che pagano una piccola cifra destinata alla beneficenza per esibirsi, ogni coro ha a disposizione un’ora per la propria performance.

Non è detto che tutte le ore dei concerti siano occupate, potrebbero esserci dei momenti in cui non si esibisce nessuno; e allo stesso modo non è detto che tutti i cori siano completi quindi volendo si può iscriversi e partecipare anche all’ultimo momento.

Christmas Dollshouse Festival

Kensington Town Hall

Una meravigliosa esposizione sul mondo delle bambole. Non solo le bambole saranno le protagoniste, ma tutta una serie di accessori. Un mondo in miniatura con tanta oggettistica decorata, intagliata a mano da veri artisti.

The London International Horse Show

Hammersmith

Questo è uno dei più antichi ed importanti concorsi equini del paese.
Come sapete la tradizione britannica è molto incentrata sui cavalli e sulle corse, se volete entrare un poco in questa atmosfera eccone l’occasione.
Nel corso delle giornate ci sono varie gare e spettacoli che vedono la partecipazione anche di campioni. Ad incrementare lo spettacolo vero e proprio ci sono eventi di contorno ai quali si può partecipare.
Basta pagare il biglietto (piuttosto caro ahimè!) e si potrà assistere alla preparazione dei cavalli e dei cavalieri nel Backstage, partecipare ai vari tipi di rinfresco e altre cerimonie.
E’ contemplato anche un concorso di Agility per cani.

Speciale 25 Dicembre 

Peter Pan Swimming Cup

Riva sud del Serpentine, in Hyde ParkOre 09.00.

Che ci sia la neve, il gelo oppure piova non importa! la mattina del giorno di Natale i membri del Serpentine Swimming Club si incontrano per la loro annuale gara di nuoto; si sfidano per accaparrarsi la”Peter Pan Cup”con una gara di 100 metri in stile libero

Questa originale gara ebbe luogo la prima volta nel 1864 e vantò la presenza del celebre scrittore J.M. Barrie.

Quello fu l’anno in cui, il suo Peter Pan, fece la prima apparizione nei teatri di Londra. Per questo evento si decise di dare questo nome alla gara .

Sono ammessi solo i soci del club per la nuotata, ma il pubblico è il benvenuto a tifare e ad incoraggiare gli intrepidi.

Christmas London Walks

Non bisogna prenotare, costano poco e durano circa un paio d’ore: Chiaramente bisogna saper capire almeno la lingua perchè sono tutte in inglese.

La mattina o il pomeriggio del 25 l’incontro è sotto l’albero di Trafalgar Square.

Christmas Day in London – The Grand Tour

Questo è un tour in lingua inglese che dura circa 6 ore e inizia alla mattina all’alba sotto il London Eye, i break e pranzo credo siano esclusi dal prezzo.

Vi porterà alla scoperta di una Londra magica, deserta e conoscerete tanti piccoli e grandi segreti della sua storia

Se volete più informazioni sul 25 Dicembre

andate a questa pagina 

26 Dicembre

Iniziano i SALDI
Saldi da Selfridges Oxford Street

Dalle 09 alle 21

Selfridges il 26 apre le sue porte con i Saldi tradizionali e pare che le code ci siano già di prima mattina per cercare di accaparrarsi i pezzi migliori.

Non è l’unico però;infatti questo giorno segna ufficialmente l’inizio dei saldi, anche se consiglio vivamente, almeno per i grandi magazzini o le brands internazionali, di controllare sui loro siti.

A Londra, come per gli orari di apertura e chiusura, c’è molta anarchia e non è detto che proprio tutti seguano la stessa scia.

E per la notte più festeggiata dell’Anno

Viennese New Year’s Eve Gala

Barbican Centre
Salutare il vecchio e il nuovo anno in grande stile con il valzer di Johan Strauss e la Royal Philharmonic Orchestra.
Ci saranno anche i ballerini con costumi coreografici che il valzer richiede
Oppure, sempre al Barbican, iniziare l’anno con un concerto

A vintage New Year’s Eve Party

Royal Festival Hall
Di meglio non si può trovare, cena e divertimento con vista diretta sui fuochi d’artificio.

The Jazz Cafe’s New Year’s Eve Party

Camden

Capodanno ‘live’ per il famoso Jazz Café di Camden. Ha 420 posti a sedere e dispone di un ristorante e pista da ballo al primo piano.

Un classico dei capodanni della Soho Jazz. Se si entra dopo le 22,30 si paga meno

E per altro ancora …..

http://www.timeout.com/london/new-year

London New Year Eve

Dal 2014 l’ingresso sul lungo fiume per vedere i fuochi è a pagamento.

Come da tradizione ci saranno i fuochi artificiali che coinvolgono lo scenario del Big Ben, il London Eye e alcune chiatte posizionate sul fiume lungo il Victoria Embankment.

Lo spettacolo pirotecnico sarà trasmesso dalla BBC in diretta. NON ci sarà il grande display a Trafalgar.

Se volete assistere ai fuochi dovrete andare sul lungo fiume, nel tratto che va dal Waterloo Bridge al Westminster Bridge. Questo è il punto migliore.

La seconda scelta corre dal confine dei punti appena descritti al Lambert Bridge verso ovest e alla zona di Temple sul lato est.

La parte a sud, intorno al London Eye, è chiusa per motivi di sicurezza, visto che da lì partono la maggior parte dei botti.

Si prevede sempre molta gente, per questo motivo si consiglia di portarsi sul posto anticipatamente, almeno per le 21.

Per motivi di sicurezza la zona è presidiata.

Le stazioni metro che sono in quel tratto verranno chiuse, in uscita, fino al momento in cui la folla si dirada.

Se si riesce a raggiungere la posizione ideale a propria scelta e se il tempo atmosferico lo permette, anche fare il cenone al sacco, bivaccare lungo il Tamigi è un’esperienza piacevole per tutti, anche per i più piccoli.

Saranno chiuse al traffico automobilistico, oltre l’Embankment, anche le zone limitrofe, Trafalgar e Waterloo.

I trasporti subiranno variazioni nelle rotte e negli orari, infatti quella notte tutte le linee della metro viaggeranno fino alle 04 del mattino e potranno essere usate da tutti gratuitamente.

Aggiornamenti nei trasporti nella prima settimana di Dicembre, come al solito uscirà una pubblicazione speciale per le feste.

www.tfl.gov.uk