DUE TOPOLINI E IL FORMAGGIO

Londra e una delle sue Leggende Metropolitane legate ad un incidente sul lavoro

Storia di un incidente sul lavoro.

 

Vi voglio raccontare una storia che si ‘appoggia’ alla costruzione di un bel palazzo affacciato sulla Eastcheap, angolo Philpot Lane.

E’ probabile che lo abbiate già notato, non tanto per il suo stile gotico aggrazziato da gruppi di colonne alle finestre o per la cornice ‘tettoia’ di stucco che circonda il primo piano e i fregi sulle colonne portanti; o ancora per il gioco di colori e linee dato dai mattoni policromatici tanto cari all’architetto che costruì questa warehouse nel 1862, ma piuttosto  perchè rappresenta uno dei più fotografati esempi di come la storia e il futuro di Londra convivono piacevolmente e come i materiali e gli stili più ‘vecchi’ si sposano con quelli più innovativi ed un tempo inimmaginabili.

Continua a leggere “DUE TOPOLINI E IL FORMAGGIO”

La Pietra di Londra

The London Stone.
So long as the Stone of Brutus is safe, so long shall London flourish.

Il destino di questa città pare sia legato ad una pietra, un masso di calcare di dubbia provenienza ma che porta con se una storia che parte da molto lontano, sin dalla fondazione di Londinium o forse ancora prima.

Non ci sono precise informazioni della sua origine, ne tanto meno del perchè sia diventata una leggenda.
Si racconta che potrebbe essere il masso dove Re Artù liberò Exalibur.
Si pensa possa essere una pietra di un tempio Druido.
Ma forse la spiegazione più logica è che fosse una pietra componente il muro del Palazzo del Governatore di Londra: il romano Bruto, il quale si fece trasportare fin qui i materiali per costruirlo, dalla città di Troia.
A consolidare questa ultima teoria è l’accertata presenza di questo palazzo, di cui esiste ancora l’ingresso e qualche altro angolo, ma ben nascosti sotto terra; mentre per la maggior parte delle sue altre parti le ruspe ne hanno decretato la scomparsa totale, facendo spazio alle fondamenta dei nuovi palazzi.
Un’altra conferma che la pietra in origine fosse parte dei pilasti di entrata del palazzo viene dal detto:
“Fino a quando la pietra di Bruto è al suo posto, Londra prospererà”
E questo è accaduto!

La pietra risiede in Cannon Street da sempre, anche quando Cannon Street non c’era.

Un’altra teoria della sua esistenza è basata sul pensiero che potesse essere una romana Milliarium, una pietra centrale da cui tutte le distanze della Britannia romana sono state misurate e anche questa è una versione piuttosto logica, pur mancando prove concrete a supporto.
Ma il fatto principale resta, la London Stone è originaria di questo angolo di Londra da millenni e qui è restata, anche se in sedi differenti, fino ad oggi.
Fu sempre tenuta come reliquia e messa in vista con molte attenzioni. Già dai tempi di Elisabetta I era un’attrazione turistica
Rimase al centro della strada, in quella che era chiamata Candlewick Street,  fino a che (per motivi logistici) non divenne un problema.
Si deve considerare il fatto che fosse usurata dal passaggio dei carri e dei cavalli, dal fatto che essendo un simbolo veniva usata spesso dal popolo e dopo il Grande Incendio di Londra fu ”messa in sicurezza” con una cupola in pietra.

Quando divenne troppo ingombrante per una strada che doveva crescere, fu trasferita addossandola al muro della chiesa adiacente: la St. Swithin.

Quando le bombe del Bliz distrussero il tempio cristiano la pietra, protetta dal suo involucro di pietra, era ancora lì. Fu spostata nel muro del palazzo adiacente perchè si decise che la chiesa, ferita troppo profondamente, doveva essere demolita.
Questo a parer mio è il posto più brutto e inappropriato mai visto per conservare una reliquia, vera o falsa non ha importanza, visto che indubbiamente il passa parola millenario arriva ancora vigoroso nell’oggi miscredente.
Una protuberanza insignificante nella parete di un palazzo (decisamente antiestetico) che prima ospitava una banca e poi un negozio il quale l’aveva praticamente in vetrina.
http://buff.ly/2oCYe9R
Quando si dice: ” è per fortuna e per disgrazia”

Per la fortuna: sono previsti piani di ammodernamento della via e dei suoi edifici. Per il purtroppo: è una zona con moltissima storia che andrà perduta.

Di John O’London – Opera propria, CC BY-SA 3.0,
https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=25664002 
Nel periodo dei lavori la pietra sarà spostata nel non lontano Museum of London per essere custodita nell’attesa che le trovino una locazione degna della sua fama.
Ahimè! Sperando che nel frattempo Londra resti in piedi!!