Greenwich: Il Cutty Sarck

La via del Té

http://www.cuttysark.org.uk/

La navigazione in quel delle Indie e il raggiungimento delle coste cinesi, dove veniva coltivata questa preziosa piantina chiamata Te, era lunga, tortuosa e pericolosa.
La ricerca di nuove tecnologie e l’ideazione di vascelli, più veloci e leggeri, impiegava tantissimo gli armatori che gareggiavano tra di loro, nella costruzione dei migliori.
Il Cutty Sark era un magnifico 3 alberi che avrebbe potuto battere parecchi record dell’epoca se solo non fosse stato costruito troppo tardi, quando, purtroppo per lui, c’erano già in corso studi e investimenti sui nuovi modelli a vapore.
bedbf-6c01e8e96108a639da61ab35592
La nascita del nome è legata a un poema dell’autore scozzese Robert Burns che racconta di un diavolo donna, inseguitore, vestita solamente con una cutty sark (sottoveste dell’epoca). 
La tale Nannie è poi raffigurata come polena della nave, con tanto di coda di cavallo in mano.
Il suo varo avvenne, come Tea Clipper, nello stesso anno di inaugurazione del Canale di Suez: il 1869.
Il Canale era un’opera ingegneristica di grande portata, che cambiò radicalmente le tempistiche e anche i metodi di navigazione, conosciuti fino ad allora.
Il Cutty Sark non potè mai fare quella nuova rotta, in quanto era dotato del solo uso delle vele, e questo metodo di navigazione non permetteva il transito in quel nuovo passaggio.
8467f-immagine2b362
Così gli investitori del veliero, dopo poco, gli fecero cambiare rotta e salpare per altri lidi; verso l’America per cui trasportò lana, dedicandosi anche al commercio di contrabbando.
Diede una gran fama al Whisky d’importazione, varandone uno che portava il suo nome, grazie ad una idea dei commercianti londinesi Berry Bros. & Rudd, gli stessi che hanno ancora bottega in quel di St James Street, vendendo, ancora e anche, l’alcolico menzionato.La fine del Cutty Sark in acqua avvenne nel porto di Falmouth, in Cornovaglia, dove fu restaurato per diventare una nave scuola; professione che onorò fino al suo trasferimento a Londra, sul lungo fiume di Greenwich, come Museo.

DSCN2619 (2)
Fu per colpa di un aspirapolvere, lasciata accesa per troppo tempo, quel incendio, sviluppatosi nel Maggio del 2007, che lo distrusse parzialmente.
La fortuna ci mise lo zampino … Già! In quel momento era in fase di restauri, mezzo smontato, con molte delle parti originali che erano state rimosse per poterle pulire e recuperare al meglio.
Quello che vediamo sulla sponda del Tamigi oggi, proprio davanti al Greenwich Pier e all’ingresso del Greenwich Foot Tunnel South, ospitato in una struttura altamente tecnologica, è un Tea Clipper con scafo, albero maestro e molte di quelle parti importanti, per un veliero, perfettamente originali dell’anno di costruzione, ovvero il 1869
Il Cutty Sark è veramente un gioiello della vela che delineerà ancora a lungo lo skyline di Greenwich, per la gioia degli amanti della nautica e della sua storia.
DSC_0267_5505 (2)
Annunci