DUE TOPOLINI E IL FORMAGGIO

Londra e una delle sue Leggende Metropolitane legate ad un incidente sul lavoro

Storia di un incidente sul lavoro.

 

Vi voglio raccontare una storia che si ‘appoggia’ alla costruzione di un bel palazzo affacciato sulla Eastcheap, angolo Philpot Lane.

E’ probabile che lo abbiate già notato, non tanto per il suo stile gotico aggrazziato da gruppi di colonne alle finestre o per la cornice ‘tettoia’ di stucco che circonda il primo piano e i fregi sulle colonne portanti; o ancora per il gioco di colori e linee dato dai mattoni policromatici tanto cari all’architetto che costruì questa warehouse nel 1862, ma piuttosto  perchè rappresenta uno dei più fotografati esempi di come la storia e il futuro di Londra convivono piacevolmente e come i materiali e gli stili più ‘vecchi’ si sposano con quelli più innovativi ed un tempo inimmaginabili.

Il palazzo di vetro che sovrasta questo angolo è infatti il 20 Fenchurch St o meglio conosciuto come Walkie Talkie, il grattacielo che ospita una serra panoramica sulla sua sommità. Una sorta di gigante protettore che difende questa casa e la leggenda metropolitana che porta con sé.

Fino all’anno scorso, credo, questo edificio ospitava una sede, una delle tante, di Caffè Nero e chi mi conosce un po con questo particolare saprà perchè la cosa mi è giunta agli occhi.

Comunque … Facendo fotografie mi ha colpito il punto in cui la cornice decorativa principale finisce e si abbassa, sulla facciata di Philphot Ln. Da lontano sembra una deformità, una screpolatura nell’intonaco, ma se si ci avvicina si capisce che è una sorta di scultura. Una scultura in miniatura di due topolini che si disputano con vigore una piccola forma di formaggio.

20150217_095141

Questa scultura si dice sia la più piccola di Londra e non ha nessuna referenza certa alle spalle. Non si sa chi la fece, ne quando e neppure il perchè. Fu soprattutto sul significato che si speculò nei secoli; furono raccontate molte storie diverse, ma quella con più realismo è legata ad un incidente sul lavoro, anche se con un paio di versioni e date differenti.

La leggenda metropolitana narra di due operai che si stavano accingendo a consumare il pasto portato da casa sulle impalcature, uno dei due lamentò la scomparsa di un pezzo di formaggio e accusò il compagno, il tutto portò allo scontro fisico tra i due, cosa poco intelligente da fare su tavole e pali sospesi a mezz’aria, infatti finì tragicamente ed entrambi precipitarono nel vuoto morendo nell’impatto con la terraferma. Si appura soltanto dopo che il colpevole, anzi i colpevoli, era una nidiata di topini costanti e infaticabili nel rubare il cibo agli operai.

mice-eating-cheese1
Foto dall’articolo di BlackCabLondon.Net

La disputa su questa storia riguarda le date e il luogo perchè l’incidente in se è più che credibile, immaginando le condizioni di lavoro in entrambi i secoli chiamati in causa, con la completa assenza di sicurezza. Una storia due posti diversi anche se molto vicini. C’è chi racconta che l’incidente avvenne sulle impalcature poco distanti, durante la costruzione di The Monument, la grande colonna in pietra ideata dall’architetto Christopher Wren nel 1677 per ricordare il luogo da dove partì la scintilla che diede vita al Grande Incendio di Londra nel 1666, ma … L’edificio che noi vediamo oggi, su cui poggiano i due topini, è stato ideato, costruito e finito nel 1862, perciò si deve presume che precedentemente qualcuno fece la scultura su una casa preesistente, magari la stava restaurando e desiderò inserire un ricordo che resistette 200 anni e che fu ricollocato intonso sul nuovo palazzo. Ma allora non ci sarebbe stata bene una qualunque menzione? Forse è più credibile chi racconta che l’incidente avvenne sulle impalcature  in loco, nel mentre si dava vita a questa costruzione più moderna; forse qualche carpentiere collega incise nella pietra questo ricordo. A pensarci bene era nel puro stile Vittoriano un memoriale simile, anche l’ironia celata nel lavoro richiama molto bene quei tempi.

2015-02-25 10.43.31

Sta di fatto che palazzo e scultura annessa, anche se in completo anonimato, portano l’onoreficenza,  il fascino di una storia di uomini che hanno vissuto la città; un pò come la Pietra di Londra: non si sa da dove arrivi ma si è certi che racconti una parte di storia di Londra.

Fateci caso la prossima volta che vi accingete da quelle parti, sullo Sky Garden o sul Monument, il panorama vi sembrerà diverso.

 

 

Autore: london4ever

Le belle immagini mi incantano le cose complicate mi intrigano il caos mi stanca. Potessi trasformarmi in un animale sarei talpa, se in una cosa sarei escavatore e invece sono una persona, incompiuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...