EPIFANIA A LONDRA

LA DODICESIMA NOTTE 

EPIFANIA-1-2

 

L’Epifania in UK non è considerata una vera e propria festività.

Il 6 Gennaio è un giorno come un altro. Si celebra solo religiosamente come completamento del quadro della nascita di Gesù che, con l’arrivo dei Re Magi, viene annunciato al mondo.

E’ il giorno in cui si ripongono le decorazioni e segna definitivamente la fine del periodo festivo per entrare in quello della quaresima.

Nel mondo pagano però la dodicesima notte, calcolata a partire dalla notte di Natale, acquista un significato differente; si festeggia più come una sorta di capodanno, un augurale saluto alla natura che pian piano si andrà svegliando con annessi i vari riti per auspicare raccolti abbondanti.

Ci sono alcune usanze che caratterizzano questa giornata dalla quale prende spunto la nota commedia di William Shakespeare: The Twelve Night.

C’è chi pensa che sia cominciato proprio allora, nel 1601, il celebrare in questo modo la dodicesima notte.

Da allora ad arrivare ai giorni nostri, in Inghilterra, questo è il giorno in cui si ‘gioca’ all’inganno, facendo burle e scherzetti fra amici e parenti e, per giocare, si ha bisogno di alcuni ingredienti che sono:

La Torta:
La Twelve Cake è tipicamente una torta di frutta, per lo più frutta secca o di stagione.

In questa torta si nasconde un fagiolo. Questo fagiolo trasformerà in Re o Regina della festa il fortunato a cui capiterà in bocca e avrà il potere di far fare tutto quello che gli viene in mente a chiunque faccia parte dell’allegra comitiva.

Però nella torta si nascondono anche:

  • -Uno spicchio d’aglio che trasformerà, chi lo trova, nel cattivo della festa
  • -Un ramoscello (basta un bastoncino o un ago di rosmarino) che trasforma nel ‘pazzo’
  • -Un pezzo di stoffa che trasforma in una Tarty Girl, ovvero in una fanciulla frivola e di liberi costumi … Che accade se a trovare la stoffa è un uomo? Semplice … si traveste!

Mumming

Che sono travestimenti di vario tipo.

I mumming sono un’antichissima tradizione Britannica, risale a più di mille anni fa, quando si chiamavano Guiser – esecutori sotto mentite spoglie – citati si dai tempi della corte di Edoardo III. Pare che questi figuri siano stati d’ispirazione per l’origine delle Pantomime, popolarissime durante il Natale.

Il gioco dei Mumming  rappresenta sempre San Giorgio che combatte contro il male – rappresentato sempre dal ‘Turco’ – Ci sono duelli con spade di legno e solitamente ci scappa il ‘morto’ sempre e rigorosamente dalla parte del male.

Però poi arrivano: il dottore ciarlatano che lo fa resuscitare, o almeno ci prova, un Babbo Natale narratore, Belzebù e molti altri figuri.














Il Wassail.

Anche questo è un rito antichissimo si tratta di un’augurale ‘toast’, per cui non può mancare una bevanda alcolica che si chiama proprio Wassail.
Il Wassail vero e proprio veniva fatto con la birra calda e aggiunta di miele, spezie e mele; oggi è più facile che nella coppa ci sia un più classico Mulled Wine, lo stesso che ha accompagnato tutte le feste di strada e non di questo periodo.
Il rito antico prevedeva l’andare di porta in porta con questa bevanda, il cantare un’augurio e il bere insieme, dalla stessa ciotola, che poteva essere di legno o di peltro.

In tempi antichissimi era il signore del luogo a gridare Waes Hael – una sorta di ‘state bene’ – ai propri sudditi e questi gli rispondevano Drinc Hael – bere in salute –

Oggi bere un wassail insieme o dirlo semplicemente è un modo per trasmettersi gli auguri tra famigliari e amici

La cerimonia più tipica era il Wassail dei meli, direi che è la più importante, in quanto è strettamente legata al fatto che una volta il contadino veniva pagato, per un terzo dello stipendio, in sidro di mele.
Ancora oggi nelle campagne si possono trovare cerimonie di questo genere, dove si versa la bevanda sulle radici del melo più bello propiziando un raccolto sano e cospicuo.

Ma torniamo a Londra, che festeggia questa data con una cerimonia folcloristica molto bella e coinvolgente che di anno in anno prende sempre di più il pubblico e si arricchisce di personaggi e costumi davvero molto belli.

The Twelve Night si mette in scena all’aperto, non a caso nello spazio davanti al Globe Theatre e alla Tate Modern e, se la giornata cade di giorno feriale, la spostano sempre alla domenica prima.

Ormai sono 20 anni che viene rappresentata dal gruppo di attori che formano The Lions Part  dal cui sito attingerò a mani libere per le foto e spero lo farete voi per le date, orari e quant’altro vi interessi conoscere.

E’ con il loro aiuto che cercherò di spiegare i vari componenti di questo divertente spettacolo.

Il personaggio principale è The Green Man       -vestito di agrifoglio in inverno-
Un dio pagano, noto in tutto il Nord Europa, legato anch’esso alla natura.
Ne simboleggia la rigogliosità, la perenne rinascita ed è facile trovarne traccia nei lavori scultorei delle chiese, mentre i nomi dei Pub lo rievocano spessissimo – solo a Londra ce ne sono 30 -.

Esso arriva dal Tamigi e sbarca proprio davanti al Globe Theater dove una banda di suonatori lo attende e la folla lo riceve con un Wassail dedicato ai marinai e al fiume.

Ultimamente lo si vede arrivare da terra, attraversando il Millenium Bridge, ma questi dettagli possono variare di anno in anno.

C’è anche il sindaco di Southbank, o qualche altro suo funzionario.
Vestito in costume da cerimoniere tocca a lui il Wassail del melo – un giovane alberello, già protagonista dell’October Plenty -.

Di solito si procede a questa cerimonia davanti ai cancelli del Globe visto che il terzo Wassail è dedicato proprio a lui, insieme ai poeti, attori, letterati, dopo di ché si darà spazio ‘alla battaglia’ di San Giorgio e ai Munniers

 

 

Stanchi ed accaldati per il tanto combattere si porterà conforto tra gli eroi e al pubblico con la distribuzione della torta e appena si troveranno i vari fagioli, rametti ecc si procederà all’investitura della coppia reale e degli altri figuri ed infine, tutti in corteo, si dirigeranno verso l’antica George Inn dove nel suo cortile si darà inizio a canti e balli.

Qui si troverà il Wishing Tree, l’antesignano dell’Albero Natalizio.

Bisogna portarsi un nastrino colorato, legarlo ad un ramo dell’albero, esprimere un desiderio e … baciare qualcuno.

Inoltre ci saranno dei raccontastorie e i Morris Dancers che interpreteranno la divertente Molly Dance e naturalmente non potrà mancare molto, molto mulled wine.

Come dicevo prima, la manifestazione si svolge nella prima domenica utile intorno all’epifania, dura circa un paio d’ore e inizia sempre nelle prime ore del pomeriggio, non bisogna prenotare ed è gratuita, ma è gradita una donazione.

Fate riferimento al sito ufficiale per i dettagli

Un altro elemento tipico della Twelve Night è il ceppo natalizio, un tronco che si accende a natale e si mantiene ardente per tutti i giorni fino ad arrivare alla notte tra il 5 e il 6 Gennaio.

The Yule Log porta fortuna alla casa e ai suoi abitanti e le sue ceneri conservate proteggono dai fulmini e dalle intemperie.

Di questa tradizione se ne può avere un’idea in un’altra manifestazione che si svolge in città, questa volta proprio il 6 Gennaio, qualunque giorno cada.

In questo caso è il Geffrye Museum che ospita la cerimonia chiamata Farewell to Christmas.

 

Un Museo dedicato alla casa e a tutti i suoi aspetti, dove si trovano oggetti che narrano la vita reale e pratica dei tempi passati; non poteva essere scelta una sede migliore per celebrare un rito così tanto legato al concetto di casa!

Sicché, durante il pomeriggio del 6 Gennaio, nel bel giardino del museo, si brucia l’edera e l’agrifoglio, che prendono il posto del tronco, e per dire propriamente addio al Natale, si beve mulled wine si recitano Wassail e si mangia la Twelve Cake.

E con questi riti propiziatori anche Londra dice addio al Natale.

Annunci

One Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...