Mulled Wine

Tradizionale bevanda servita nel periodo delle feste natalizie a Londra

 

Il profumo del Natale

Io lo chiamo così perché è proprio durante il periodo di queste celebrazioni che nelle strade di Londra si sente questo piacevole aroma di spezie zuccherate, di agrumi.
Si inizia a Novembre a trovarlo nei Pub e nei Caffè che lo porteranno a menù per tutto l’inverno.
Ma è quando inizia il carosello Natalizio che ha il suo maggio consumo. Non c’è mercato, mercatino, pista di pattinaggio, Carol organizzati in piazza,  grotte di Babbo Natale e quant’altro di simile, che non abbia un banchetto dove poter bere questa pozione ristoratrice servita sempre bella calda e, se ci mettete anche una Mince Pie, allora l’atmosfera è proprio festosa.
Il Mulled Wine è il nostro Vin Brulè con un tocco di magia che da noi non esiste e il perché ve lo spiego dopo.

Lasciatemi specificare che si tratta di una bevanda servita calda, a base di vino, zucchero e spezie.
Si fece conoscere come Vino di Ippocrate e la sua storia racconta come fu proprio il grande filosofo, il primo a scoprire che macerando il vino con erbe, quali la ruta e l’assenzio, si otteneva una bevanda digestiva e tonificante.
Questo metodo fu esportato nel mondo dai Romani che l’aricchirono di spezie e lasciarono traccia di questa bevanda praticamente in tutti i paesi conquistati, prima di arrivare al Nord, a Londra dove si strutturò nel tessuto delle usanze locali.

Nel Regno Unito sono state trovate tracce di una ricetta, di questo vino speziato, nel suo più vecchio libro di cucina intitolato The Former of Cury, che porta una data incredibile: 1390. La ricetta descrive questi ingredienti:’‘ macinare insieme cannella, zenzero, galanga, chiodi di garofano, pepe lungo, noce moscata, maggiorana, cardamomo e granelli di paradiso e mescolare il tutto con vino rosso e zucchero”.
Un’altra menzione, sotto mentite spoglie, in quanto la bevanda  in questione si faceva chiamare Smoking Bishop, la troviamo nella Londra Vittoriana, sulla bocca di  Ebenezer Scrooge. Oppure chiamata Negus, una versione allungata con acqua, servita ai bambini non solo durante le feste di Natale, ma anche nelle loro feste di compleanno.

 

Comunque si facesse chiamare la ricetta non è molto cambiata da allora.
Ai giorni nostri le spezie possono variare di combinazioni ma la base è solitamente la stessa: vino, a volte mischiato con Brandy o Sherry, arancia o mandarino, limone, cannella, noce moscata, semi di finocchio o anice stellato, chiodi di garofano, cardamomo e zenzero e per i bambini ci sono i Mulled analcolici con succhi di frutta o sciroppi.

Come dicevo prima, per i Britannici questa è una tradizione acquisita che ha preso molto campo e si è inserita vittoriosamente fra le preferenze di questi isolani, rispetto alle proprie. Durante le festività è particolarmente ‘sentita’ e magica perché, pur non essendo considerata una bevanda augurale, in certi casi si usa come sua sostituta.
Per farvi capire meglio vi devo raccontare del Wassailing: un modo antichissimo con cui la Gran Bretagna brindava, nelle varie occasioni annuali, (raccolti, guerre, matrimoni) per augurarsi buona salute, buon raccolto, buona sorte etc.
Il più tradizionale dei brindisi veniva fatto con una bevanda a base di quello che poi sarà chiamato birra, servita in enormi ciotole, spesso d’argento o di peltro, che potevano contenere oltre i 30 litri.

Tutti attingevano da queste coppone di ‘birra’ augurale, condita con panna rappresa, mele arrostite, uova, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata e zucchero.

Il Wassail veniva chiamato “lana di agnello”, perché la polpa delle mele arrostite spumava un po ‘come la lana di agnello!
A questo punto consentitemi una smorfia di disgusto, forse a torto?
Spesso durante le rappresentazioni che richiamano queste vecchie usanze ( a Londra ce n’è una importante il giorno dell’Epifania) dentro il ciotolone non c’è altro che Mulled wine … E io aggiungo: Per fortuna!

Diversa è la storia del Sidro, un vino di mele in uso e produzione molto comune nel Regno Unito, tanto che (in altre epoche) veniva usato come contante per i pagamenti e i salari degli operai.
Veniva usato anch’esso per il Wassailing, infatti a lui si riconoscono poteri augurali, sopratutto per i raccolti e, spessissimo, lo potete trovare a fianco del contenitore del Mulled Wine come Spiced o Mulled Cider.
E’ ottimo! D’altronde potete comprare ottimi sidri prodotti in Gran Bretagna, loro ci sanno fare con le mele.

 

Pertanto se vi trovate in un mercatino … Anzi no! Vi do un chiaro suggerimento: Columbia Rd Late Night Shopping, tutti i Mercoledì di dicembre fino a Natale, dalle 5 alle 9 di sera.
Columbia Road in queste pre-serate è molto accogliente, si illumina con tutti i negozietti (e sono per lo più ‘atelier’ di giovani promesse del designer) aperti, ci sono i Carol davanti al Pub a cui unirsi, l’albero, le decorazioni e tanta gente, intenta nella ricerca dei suoi regali, che si incontra, si scambia gli auguri, creando quell’atmosfera di famiglia tanto giusta per il Natale.
Adatta per gustarsi il Mulled Wine e augurarsi un

Waes Hael!
Annunci

Autore: london4ever

Le belle immagini mi incantano le cose complicate mi intrigano il caos mi stanca. Potessi trasformarmi in un animale sarei talpa, se in una cosa sarei escavatore e invece sono una persona, incompiuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...