Emirates Air Line

La nuova “linea” della Metropolitana.



Da Giovedì 28 giugno 2012 tutte le mappe della Tube hanno inserito una nuova linea.
Una tripla righina rossa a formare il tragitto che dalla stazione di Greenwich North (stazione che si trova esattamente sul confine della zona2/3 per cui è sufficiente l’abbonamento zone1/2) porta a quella di Royal Victoria, stazione in zona3 servita dalla DLR.


Questo il sito ufficiale:
http://www.emiratesairline.co.uk/







La Emirates London Cable Car è la prima linea di trasporto urbano sponsorizzata da un’ente commerciale privato che appare collegato direttamente con il Transport Of London; una meritata ricompensa al cospicuo contribuito nella realizzazione dell’opera e della garanzia di manutenzione per i primi 10 anni.
La funivia di Londra, cioè l’ Emirates Air Line, collega uno dei luoghi di intrattenimento più grandi d’Europa, anche se non il più famoso: The O2, con la sede espositiva più grande d’Europa, l’ExCel.
Il terminal Emirates Greenwich Peninsula è vicino alla O2 Arena e veramente a due passi dalla stazione metro di Nord Greenwich. 
Facile sia per i visitatori che per la popolazione locale da utilizzare.
Il terminal Emirati Royal Docks si trova sul lato meridionale del Royal Victoria Dock, vicino 
alla stazione DLR Royal Victoria e a pochi passi dal’ ExCel.

Cosa c’è da vedere o da fare nei dintorni.

Nel lato sud intorno a nord Greenwich, potreste arrampicarvi sulla sommità del o2 Arena, sempre in cerca di panorami. Io farei un giro sul lungo fiume, sulla Olympian Way per vedere ‘Slice of Reality’  oppure andrei a bermi una birra al Pilot Inn … immaginate magari una giornata ventosa e umida … The Pilot Inn e le sue case adiacenti sono uno degli ultimi ricordi dei veri giorni marinari del Tamigi quaggiù, ricordano quando ci si sentiva la puzza dei cadaveri dei pirati morti, impiccati più a monte e lasciati in balia delle acque;in questo modo arenavano qui e distrutti dai corvi servivano come deterrente per chiunque arrivasse, pirata o signore. Da questa taverna nel 1801 invece che le carrozze, partivano gli unici mezzi alternativi per raggiungere la città, le imbarcazioni. 
I cottage accanto sono stati costruiti per ospitare i lavoratori del mare, Ceylon Place si chiamano, recentemente sono stati sede del famoso artista Damien Hirst e li potrete ammirare ancora come originali, sfigurati solo nel contorno modernissimo 
Poco più avanti c’è un grazioso parco The Greenwich Peninsula Ecology Park che mantiene la natura di questa zona un tempo paludosa, piena di rane e di farfalle. 

Nel lato nord invece potreste avventurarvi in una passeggiata nel Royal Victoria Dock fino a raggiungere la passerella pedonale rialzata, The Royal Victoria Bridge. L’attraversamento di questo ponte vi permetterà di avere un’ottima visuale sul circondario e anche sull’avvicendarsi degli aerei del vicino London City Airport. I vecchi magazzini diroccati sono pilastri della storia di questo ex porto. Pochi passi da qui e arriverete all’altezza della stazione DLH di Pontoon Dock, attraversate la strada e sarete al cospetto del delizioso Thames Barrier Park con una vista sulle barriere e … strane siepi!


I costi:

Esiste una agevolazione per i possessori di Oyster, sia in formula PAYG (quella a consumo) o con qualsiasi TravelCard (giornaliera o annuale per qualsiasi zona) inserita; sono valide ai fini dell’agevolazione anche le Travelcard cartacee.
I possessori di questi titoli di viaggio avranno uno sconto sul biglietto d’imbarco … e si! perché trattandosi di una compagnia aerea si parla proprio di Boarding Ticket o Boarding Pass.

Qui i prezzi aggiornati

Anche se l’utilizzo non è compreso nelle tariffe degli abbonamenti di zona, sarà comunque possibile ottenere dei prezzi vantaggiosi per chi la usa regolarmente.

Infatti ci sono dei pacchetti multiviaggi, anche questi scontati per chi ha già una Oyster o abbonamento.

I Bambini sotto i 5 anni viaggiano gratis e dai 5 anni compiuti ai 15 pagheranno scontato.



Per poter effettuare l’imbarco sarà sufficiente recarsi agli sportelli ed acquistare il pass, per avere lo sconto basterà mostrare l’abbonamento o la Oyster.
L’unica eccezione riguarda solo i possessori di Oyster PAYG che devono effettuare solo un viaggio singolo.
Chi ha credito sufficiente può andare direttamente alla barriera dell’entrata.




Si potrà anche acquistare un biglietto chiamato Discovery Experience
Si tratta di un giro unico senza sbarco con inclusa l’entrata al Emirates Aviation Experience
Un andata e ritorno con l’unico scopo di ammirare il panorama.

Il prezzo anche qui è scontato per i possessori di Oyster e/o abbonamento, ma sarà venduto solo nelle ore non di punta, dalle 10 del mattino fino alle 15; orario in cui la funivia ridurrà la velocità di viaggio standard fissata sui 5 minuti portandola a 10 minuti, proprio per potenziare una delle caratteristiche di questo mezzo, quella di attrazione panoramica.

Inoltre da Maggio a Settembre ci saranno anche dei viaggi in notturna per chi volesse perdersi nel mare di luci di Londra
Il Panorama:

Sui ‘voli’ 360 One Round Trip o Discovery Experience troverete un’audio guida che potrà permettere di individuare i punti salienti del panorama, sopratutto quelli che rimangono un pò troppo in lontananza e che, magari con una giornata di foschia, non si possono vedere benissimo.





Un esempio è il Parco Olimpico di cui si intravede sicuramente l’Orbit, e la corona dello stadio.
Stesso discorso per il parco di Greenwich e l’Osservatorio e credo serva veramente un buon zum per catturare lo skyline dell’London Eye e di St Paul o dello Shard in una foto.

Più a portata d’occhi sono le Thames Barrier e il London City Airport. E c’è un’altro affaccio sul Tamigi facilmente raggiungibile una volta che si arriva sulla sponda nord. Un curioso borgo artistico di cui si scorge la sagoma del faro Trinity Buoy Wharf

Naturalmente la migliore vista si avrà sulle Victoria Dock e i suoi nuovi palazzi nonché gli ”avanzi” dei Pleasure Gardens (luogo di intrattenimento aperto nell’estate del 2012 e richiuso dopo 6 mesi) e sul Millenium Dome con la coreografia dei grattacieli di Canary Wharf.

Si può ammirare sotto le cabinovie la nuova sede della Siemens Technology, The Crystal; un progetto eco-tecnologico con mostre su come potrebbero essere le nuove città del futuro. Ha un ottimo Cafè!

Il piano di sviluppo per questa zona fa fatica a decollare, purtroppo, e non sono molti i turisti che si avvicendano in questa zona.
C’era l’intenzione di ristrutturare ed aprire al pubblico la nave più antica (la battono solo il Cutty Sark e la Belfast) che ha fatto la storia sulle acque del Tamigi e anche negli Oceani.
La vecchia SS Robin è l’unico esemplare di piroscafo a vapore con licenza costiera rimasto, ed è stato costruito proprio a Londra a fine 800. 
Doveva diventare un museo galleggiante con spettacoli veri e propri che riproducono la vita degli uomini che solcavano i mari. 


E poi dovevano partire i lavori per il Floating Village concepito per attirare i Londinesi che amano particolarmente le attività acquatiche e la vita del lungo fiume. Erano previsti: una grande piscina, case residenziali caffè, ristoranti e bar e zone per il relax sull’acqua, un vero e proprio ‘parco blu’. Forse si sono persi forse si vedrà qualcosa nel 2017!
In cambio hanno aperto solamente un lussuoso albergo sull’acqua, una nave da crociera trasformata: The Sunborn

Potete vedere l’attraversata fotografica in queste foto

http://www.telegraph.co.uk/travel/ 

Orari:
Aperta tutti i giorni dell’anno con variabili stagionali ed orari prolungati quando il The 02 o l’ExCel 
avranno in programma eventi.

Dal Lunedì al Venerdì apertura ore 07:00
Il Sabato alle ore 08:00
La Domenica e i festivi alle ore 09:00
La chiusura è alle 20:00 durante i mesi invernali (da Ottobre a Marzo)
Mentre si prolunga fino alle 21:00 nei mesi estivi (da Aprile a Settembre)  

35 cabine si muovono senza sosta, ognuna predisposta ad ospitare 10 persone.
Con meno passeggeri possono contenere due carrozzine per invalidi, o due biciclette, contemporaneamente. 
Il loro obiettivo è quello di trasportare 2.500 persone all’ora, riuscendo a togliere almeno 10 bus dalla strada nello stesso lasso di tempo.
L’imbarco è attentamente monitorato dal personale e una volta imbarcati ci sono delle telecamere di controllo attivate.
Niente aria condizionata ma finestrini in alto che si potranno aprire in caso di necessità. 

Insomma! un volo molto comodo, di poco più di 1km  quasi a toccare gli aerei che arriveranno in picchiata per l’atterraggio. 
Uno sguardo d’uccello che sorvola una zona, almeno quella verso Est, ancora tutta da comporre….da inventare, in alcuni punti ancora squallidamente desolata. 
Ma  anche qui, dove una volta l’attività era frenetica e portava ricchezza a tutto il paese, torna protagonista il lavoro, l’imprenditoria, ed è speranza collettiva possa far risorgere di nuovo i fasti del passato. 


Annunci

Autore: london4ever

Le belle immagini mi incantano le cose complicate mi intrigano il caos mi stanca. Potessi trasformarmi in un animale sarei talpa, se in una cosa sarei escavatore e invece sono una persona, incompiuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...