Sogniamo …. E’ Natale!!

Un Natale da favola a Londra

http://www.aformadidea.com/images/DecorazioniFeste/christmas-timetable2.gif     

Brilla, scintilla, sfavilla ….. Londra nel mese di Dicembre indossa il suo abito più luccicante e regala una entusiastica cornice nella quale la sua gente ama mettere tutti i propri sogni, le aspettative e i propositi per affrontare un nuovo anno. 
Nella movimentata quotidianità delle mille cose da fare, nella Londra che corre, in quella che cammina col naso all’insù, frastornata dalle mille cose da fare e da vedere, si aggiunge questa frenesia della ricerca, ogni anima va a caccia degli ingredienti adatti, necessari, per trasformare il Natale nel più bello mai vissuto fino ad ora, e i turisti fanno a gara per portarsene via un pezzo …. in modo da rendere più significativo il proprio in terra natia.                                                                                                                                                                              

In qualsiasi parte del mondo è la tua casa non potai più vivere un Natale senza gioia e senza sogni se solo hai passato, anche un unico giorno, nell’atmosfera natalizia di Londra!                                                                                                                                                                                        



Tutto il mese di Dicembre è dedicato a questa festività così sentita e ricca di tradizioni, e si sa! le tradizioni qui sono ben dure a morire.

Eventi che evocano il  Natale si susseguono già da Novembre e per certi aspetti anche prima. 
Le vetrine dei negozi sfoggiano opere d’arte costate giorni e giorni  di lavoro e le strade più importanti si accendono a giorno.
La più famosa cerimonia e sicuramente quella dell’accensione delle luci e delle decorazioni: Il Swich-On
La prima ad illuminarsi a festa è sempre l’affollatissima Oxford Street, nel  primo  week- end del mese di Novembre.

La settimana centrale è dedicata a Regent’s Street e Marylebone. Nello stesso periodo si attivano le zone limitrofe: Carnaby Street fino a Covent Garden per finire fino a Greenwich 
Ultima e attesissima cerimonia è quella della prima settimana di Dicembre quando le luci dell’abete Norvegese di Trafalgar si accendono e i vari cori delle associazioni di volontariato incominciano a riempire di canti tradizionali la piazza e tutti i suoi passanti.

Queste sono solo le più famose e decantate, ma ogni quartiere e centro commerciale  ha la sua piccola cerimonia di accensione.
Tutti gli anni le date delle varie cerimonie variano in base a come sono datati i week-end e tutti gli anni si vantano le partecipazioni di ospiti eccezionali. Un esempio è Robbie William in Oxford St. o Rihanna al Westfield 

Le vetrine sono un’altra tradizione importante. Generosissime e sfolgoranti sono le vere artefici di sogni, molti dei quali impossibili ai più … ma che male c’è se si sogna un pò a Natale? 
La gara è molto sentita tra i 5 colossi più noti dello shopping di lusso: Harrods, Selfridges, Harvey Nichols, Fortnum&Mason, Liberty; fra questi incomincia a trovare la sua strada anche John Lewis in Oxford Street e il suo Peter Jones a Chelsea e non dimentichiamoci Whiteleys a Bayswater. 

Fortnum&Mason ha delle splendide vetrine tutto l’anno, vi consiglio, se siete dei d’intorni di andare e dare sempre un’occhiata perchè sono molto sceniche… in stile più tradizionalista direi. 
Ogni anno il designer fa delle vere meraviglie sempre più complesse e ricche di dettagli!
Le fiere ed eventi dedicate ai regali o al pranzo del 25, sono numerose, potete trovare rappresentazioni di scuola di cucina in ogni mercato … Tutto quello che serve per preparare il famoso Christmas Pudding o le Mince Pie.
Secondo la tradizione popolare, le mince pie sono il cibo preferito di Babbo Natale, bisogna lasciare un piattino con una o due tortine sul bordo del caminetto (accompagnato da un bicchierino di brandy o di sherry e da una carota per la renna) come ringraziamento affinché le calze di Natale siano ben riempite di doni. 
Sempre secondo la tradizione, quando si prepara il ripieno per le mince pie bisogna sempre girare l’impasto in senso orario; girando in senso antiorario, infatti, si attirerebbe la cattiva sorte per l’anno a venire. (Wikipedia)

E che dire degli addobbi!! una tipologia di merce che ha un mercato sviluppatissimo tutto l’anno!

Ogni shop dentro le attrazioni ha sempre qualche cosa che ricorda questa festività!  

Quindi potrete trovare palline di cristallo da appendere all’albero nello shop di Kensington Palace o con frasi Cockney in quello del Museo di Londra, giusto per citarne un paio.

Harrods invece apre un intero reparto dedicato agli addobbi di Natale già ad Agosto

Un’altra caratteristica tipicamente britannica che salta agli occhi in questo periodo più che mai è quella dei biglietti di auguri.Una vera e propria cultura, ne esistono di ogni tipo e misura, colorate, profumate, in ogni forma e materiale; per lo più contengono raccolte di frasi e di poesie veramente molto romantiche e struggenti. 
Sono in vendita praticamente in ogni negozio e grande magazzino; sparsi per le strade della città si possono incontrare interi negozi dedicati, sembrano negozi di souvenirs, invece sono paragonabili alle nostre cartolerie specializzate in gadget di auguri.
Qui trovate intere pareti tappezzate di cartoncini dedicati ad ogni sorta di augurio. Nessun regalo viene consegnato senza il suo biglietto di auguri, quelli di Natale fanno a gara per essere i più ricercati ed originali tanto che alcuni possono considerarsi già regalo. 
Anche l’involucro è molto importante, lo dimostra la quantità delle merci dedicate agli imballaggi … infinitamente varia e non solo per Natale, tutto quello che serve per confezionare il regalo nei minimi dettagli. Da noi questa abitudine di confezionare da se e in maniera originale i regali è arrivata da non molto, che mi ricordi qui si è sempre usato

A Natale si va a teatro! ci si và sempre, ma è un classico irrinunciabile assistere ad una Pantomima durante le feste natalizie.
Un genere che si trova solo in questo periodo e si estende anche alle branchie del musical o del solo balletto. 
Lo spettacolo solitamente racconta la trama di una fiaba o romanzo adattata al periodo, dandogli una chiave di lettura comica o ironica.
Si possono vedere cenerentole che fano shopping tra i grattacieli o laghi dei cigni in versione maschile …. poi naturalmente spettacoli sul ghiaccio con i principali personaggi delle fiabe, veramente per la gioia e il divertimento di grandi e piccini

Vuoi perché la città ha un nucleo lavorativo piuttosto potente e numeroso, ma i parties dell’azienda per cui si lavora o semplicemente gli amici che si riuniscono per gli auguri sono numerosissimi, sono un rito a cui si sottopongono tutti e non sarà difficile incontrare in qualche ristorante o Pub gruppi di persone addobbate con cappellini e trombette che se la ridono e se la cantano

Guardando in giro sul web per raccogliere informazioni mi sono imbattuta in moltissimi “sold out” per quel che riguarda le Santa’s Grottoes e i Carols

La Santa Grotto è uno spazio dedicato a Babbo Natale, che riceve i suo clienti migliori, ovvero i bambini, per farsi consegnare le liste dei desideri.

Sarà perché è un evento a scopo benefico, almeno nella stragrande maggioranza, ma nei negozi quali Harrods o Selfridges o nei centri commerciali, è a pagamento e su prenotazione.
Poi ci sono quelli di piazza in determinati giorni o quelli in location ad alto potenziale scenografico, quali i Kew Gardens o il Wetland Center, molto suggestivi!

I Carols sono un’altra tradizione piuttosto sentita.
Ci sono cori di canzoni natalizie che sono veri e propri concerti in ogni chiesa, teatro, mercato e anche nelle attrazioni, quali Hampton Court, per esempio. 
I più famosi e conosciuti sono quelli sotto l’albero di Trafalgar Square. 
Anche questa pratica è molto attiva nel campo del volontariato e della beneficenza quindi troverete la necessità di pagare un obolo nella maggior parte dei casi, ma non tutti, sia per assistere che per partecipare a questi eventi
L’attività benefica in questa città, ma credo proprio in tutto il Regno Unito, è molto sentita e praticata, non a caso ci sono molti charity shop, anche piuttosto ricchi di merce proveniente da armadi agiati, oltre che ad eventi tutto l’anno legati a maratone, corse, esposizioni ecc.

A Natale Londra è davvero un contenitore in cui trovano posto moltitudini di cose da fare e da vedere, un periodo da vivere intensamente e fare incetta di questa energia che ricarica lo spirito.
Per fortuna molte sono associate ad attrazioni e si riesce ad accomunarle con una visita. Un esempio viene dagli Ice Ring:
La Torre di Londra, il Museo di Storia Naturale, la bella Somerset House, Hyde Park …. moltissime le location usate per installare queste piste di pattinaggio all’aperto, che sono sempre stra-affollate e alcune hanno anche un mercatino dedicato, tutte un ristoro dove riscaldarsi

I Mercatini di Natale, quelli intitolati  interamente a questa tematica non sono molto sviluppati a Londra, o meglio dire stanno ancora prendendo le misure; l’unico a tema si può dire che è in stile tedesco e si trova a Southbank. ed ogni anno che passa lo vedo diventare sempre più ricco e grande allungando anche gli orari di apertura fino a tardi
Ma ogni mercato tipico, vedi Camden, Spitalfields, PortobelloGreenwich … proprio tutti direi, offrono merci specializzate e dedicano orari prolungati o aperture straordinarie e si arricchiscono di eventi e manifestazioni a tema.






Poi succede la magia ….. la sera del 24 piano piano tutto incomincia a rallentare, i negozi si svuotano e si può incominciare a distinguere sempre più nitidamente le sagome umane da quella massa in movimento che pian piano si dirada, la città va a dormire in una quiete insolita e il 25 il silenzio cala sulla città.
Londra spegne i motori, abbassa le luci e celebra il giorno di pace con la totale immobilità, regalando a chiunque si trovi nel suo territorio la possibilità di vivere veramente un giorno speciale.




Autore: london4ever

Le belle immagini mi incantano le cose complicate mi intrigano il caos mi stanca. Potessi trasformarmi in un animale sarei talpa, se in una cosa sarei escavatore e invece sono una persona, incompiuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...