Museo delle Curiosità

Un negozio settecentesco in centro a Londra



Il titolo vuole proprio richiamare alla memoria quello che in quel secolo era piuttosto facile trovare a Londra.
Un negozio dove la gente andava a vendere o a comprare le cose più strane, orride, e anche illegali (con l’ottica odierna) che si possano immaginare.
Ma era un’era dove la conoscenza del corpo umano e animale, nonchè di tutte le scienze che vi ruotavano intorno sprigionava una grandissima curiosità e voglia di conoscere giustificata. 
Se unite la naturale predisposizione all’orrido e al collezionismo degli Inglesi vi sarà facile immaginare un luogo polveroso dove si accatastano, senza regole, oggetti delle varie arti come la tassidermia, scultura, letteratura, fotografia, chimica, chirurgia etc.

La sede della Last Thrusday Society si trova sulla Mare street ad Hakney, nel punto dove si incrocia il Regent Canal.

E’ aperta in giorni specifici, mentre si possono ammirare in vetrina oggetti stravaganti come: un topo imbalsamato trasformato in porta bottiglia, stampe antiche e sex toy di vario tipo.
Ciò nonostante non ha mai ottenuto un grande successo.

Attualmente è stato il suo fondatore e proprietario, Viktor Wynd, instancabile ricercatore di merci stravaganti, che è riuscito ad ottenere la cifra che serviva per trasformare il tutto in un Museo delle Curiosità, proprio sulla stessa orma di quelli Vittoriani.

Se si riesce a superare il senso di nausea che certi oggetti possono suscitare quali: scheletri che mostrano deformità, membra sotto formalina come i genitali di una prostituta o il membro eretto mummificato di un morto per impiccagione, entrambi nel 18° secolo – si più avere realisticamente un’idea in piu sulla scienza e la natura dell’uomo piuttosto che in un qualsiasi altro museo.

Poi si passa al puro Kitsch con la ”pupu” di Amy Winehouse e Kylie Minogue messa in barattolo!
Il museo ha anche un piccolo Cafè, si può affittare per eventi e naturalmente ha uno shop per compere ‘originali’

Annunci

Autore: london4ever

Le belle immagini mi incantano le cose complicate mi intrigano il caos mi stanca. Potessi trasformarmi in un animale sarei talpa, se in una cosa sarei escavatore e invece sono una persona, incompiuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...