Bonfire Night

La notte dei fuochi

The Fifth of November


Remember, remember! 
The fifth of November, 
The Gunpowder treason and plot; 
I know of no reason 
Why the Gunpowder treason 
Should ever be forgot! 
Guy Fawkes and his companions 
Did the scheme contrive, 
To blow the King and Parliament 
All up alive. 
Threescore barrels, laid below, 
To prove old England’s overthrow. 
But, by God’s providence, him they catch, 
With a dark lantern, lighting a match! 
A stick and a stake 
For King James’s sake! 
If you won’t give me one, 
I’ll take two, 
The better for me, 
And the worse for you. 
A rope, a rope, to hang the Pope, 
A penn’orth of cheese to choke him, 
A pint of beer to wash it down, 
And a jolly good fire to burn him. 
Holloa, boys! holloa, boys! make the bells ring! 
Holloa, boys! holloa boys! God save the King! 
Hip, hip, hooor-r-r-ray!

Il 5 Novembre Londra, tutto il Regno Unito e il suo Commonwealth festeggiano la mancata esplosione delle Houses Of Parliament, evento conosciuto storicamente anche come:

Per  capire un poco quella che oggi è una ricorrenza, bisogna fare molti passi indietro, nella storia che ci trasporta in un’Inghilterra religiosamente divisa tra i fedeli cattolici che soffrivano per la scomunica della chiesa di Roma, e dai protestanti divenuti politicamente più forti. Tra questi due culti  i vari Re dovevano tenersi in equilibrio.
Nell’anno 1605 era sul trono Re Guglielmo I, uno scozzese; egli riusci a tenere questo equilibrio, purtroppo poi definitivamente rotto con suo successore, dalla guerra civile.
I rapporti con il popolo cristiano e cattolico erano piuttosto infuocati e un manipolo di estremisti decise che il parlamento doveva esplodere durante al cerimonia dell’apertura annuale, quando sarebbero stati presenti tutti i Lords e il Re teneva il suo discorso. Una strage!

Wikipedia
Di questo manipolo faceva parte l’uomo che poi divenne il simbolo stesso dell’attentato, anche se la sua partecipazione fu richiesta solamente come conseguenza alle sue abilità con gli esplosivi.
L’uomo si chiamava Guy Fawker e non so bene per quali ragioni il suo volto è rimasto nell’immaginario collettivo ed usato come maschera rivoluzionaria per eccellenza.  
In quei tempi esisteva la possibilità di affittare cantine nei piani sotterranei alla Houses Of Parliament e così fece Fawker, accatastando nell’arco di un’anno circa 2.500 kg di esplosivo, quantità sufficiente per mandare in frantumi l’intero centro di Westminster, Abbazia compresa!

Pag.Flickr di Proyecto Don Nadie

Alla cerimonia di Apertura del Parlamento però sarebbero stati presenti anche i Lords cattolici ai quali arrivò la voce di questa impresa e almeno uno di loro, preoccupato, mando un anonimo segnale di allarme grazie al quale furono fatte delle retate e dei controlli a tappeto che portando alla luce l’intero bottino di esplosivo e il dinamitardo fu colto con le classiche “mani nel sacco”.

Immediatamente arrestato fu portato al cospetto del Re, il quale vistosi di fronte un’ esaltato convinto dei propri intenti, lo condannò alla tortura fino a che non fece i nomi dei suoi complici.
James I fu profondamente colpito dall’audacia dell’impresa e dall’ enorme pericolo corso, tanto da decidere che quell’evento non sarebbe mai stato dimenticato. 
Decretò festa nazionale il 5 Novembre dando vita all’usanza dei falò, i Bonfire, sui quali, con il tempo, si è unita l’abitudine di bruciare un fantoccio con la faccia di Guy, dopo averlo portato ”alla gogna” in giro per la città.

Lo stesso nome: Guy, divenne anche un modo di indicare un ragazzaccio ‘Ehi guy!’ può essere usato per richiamare qualcuno che non ci è proprio simpatico.

Nei tempi più moderni si è associato alla serata uno spettacolo pirotecnico che ha soppiantato quasi del tutto, almeno a Londra, i falò e le usanze legate a questa data.

Non viene più celebrata come Festa Nazionale da tempo e bisogna spostarsi nelle provincie per assistere a manifestazioni come quella di Lewes 

Per Londra rimane solo ben salda un’ abitudine poco visibile ai più. Da allora, prima della Cerimonia Annuale dell’Apertura del Parlamento, si passano in ispezione tutte le gallerie sotterranee alle Houses Of Parliament. Prima dell’arrivo dei reali alcuni soldati appartenenti ai Yeomen of the Guard si inoltrano nei sotterranei armati di lampade e spade.
Siccome il 5 di Novembre può capitare in un qualsiasi giorno lavorativo la serata dedicata ai fuochi ha un calendario variabile. 
Ogni anno è diverso, per cui è bene dare un’occhiata preventivamente al programma dell’anno in corso. 
Vi lascio il link di Time Out dove troverete date e location aggiornati annualmente. 

Happy Bonfire Night!

Autore: london4ever

Le belle immagini mi incantano le cose complicate mi intrigano il caos mi stanca. Potessi trasformarmi in un animale sarei talpa, se in una cosa sarei escavatore e invece sono una persona, incompiuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...